Iveco Bus si è aggiudicata la gara indetta da Gtt Torino, vincendo tutti e tre i lotti del tender, insieme ad Enel X come utility e Iveco Orecchia come dealer e fornitore ricambi, nell’ambito di una gara che ha visto la
partecipazione delle maggiori aziende del settore: BYD Europe, EvoBus Italia, Irizar e YES-EU-AS. L’assegnazione definitiva, trascorso il periodo di “standstill”, è prevista per fine agosto.

Nello specifico, il costruttore italo-francese fornirà all’operatore del capoluogo piemontese ben 225 autobus elettrici che opereranno sulle linee urbane della città. L’accordo quadro prevede la possibilità di ulteriori 45 e-bus, nonché full service ricambi per 10 anni.

L’accordo quadro iniziale prevede la fornitura di 225 autobus
modello E-Way così suddivisi: 135 autobus da 12 metri, 62 autobus da 18
metri e 28 autobus da 18 metri BRT (Bus Rapid Transit). Questi ultimi sono
veicoli più capienti rispetto ai bus snodati tradizionali, in grado di accogliere un maggior numero di persone, con una carrozzeria che li rende più simili ai tram, sistemi ricarica in linea e corsie dedicate: saranno impiegati sul nuovo percorso della linea 2. L’iniziativa prevede che la produzione degli autobus, con i pacchi batteria prodotti a Torino, sia completata nel nuovo stabilimento IVECO BUS di Foggia.

Tutti i mezzi, la fornitura, la posa in opera delle infrastrutture di ricarica e dei sistemi di accumulo sono finanziati con fondi Pnnr per oltre 150 milioni di euro.

I commenti di GTT, Iveco Bus,

«Siamo particolarmente soddisfatti, perché questo bando di gara, così strategico per GTT, ha visto la partecipazione dei principali player del settore.” dichiara Serena Lancione Amministratore Delegato di GTT. «Le procedure di gara si sono chiuse nei tempi stabiliti grazie a un importante lavoro di squadra che ci ha permesso di rispettare le tempistiche previste dal Pnrr per accedere e ottenere i fondi. Questi autobus nei prossimi anni cambieranno radicalmente il volto del trasporto pubblico a Torino e consentiranno un totale rinnovo della flotta: il 63% degli autobus di GTT sarà elettrica e grazie anche al rafforzamento del sistema tranviario e metro, più dell’80% dei viaggiatori a Torino si sposterà in elettrico e quindi senza inquinare».

«Siamo fieri di essere stati selezionati da GTT per Torino», dichiara Domenico Nucera, President, Bus Business Unit, Iveco Group. «Anzitutto abbiamo dimostrato la competitività del nostro prodotto a fronte della migliore concorrenza, sulla scia dei successi già ottenuti a livello internazionale. Inoltre, questa fornitura per GTT sarà il primo esempio in Europa di contratto “turn key” dei nostri autobus elettrici: non solo i mezzi, ma anche i servizi di ricarica e i ricambi, attraverso un lavoro di squadra vincente con Enel X e Iveco Orecchia. Infine, naturalmente, ci riempie di orgoglio sapere che la città che ospita il quartier generale di Iveco Group vedrà circolare sulle sue strade i più moderni autobus elettrici prodotti proprio dalla nostra azienda».

«Siamo molto soddisfatti di poter partecipare a un progetto così importante per la città di Torino, favorendo ulteriormente la diffusione del trasporto sostenibile nel nostro Paese” dichiara Armando Fiumara, Head of E-Bus Italia di Enel X. Confidiamo che un trasporto su mezzi silenziosi e meno inquinanti possa essere ancora maggiormente preferibile da parte di cittadini e visitatori, in modo da rispondere concretamente non solo agli obiettivi di riduzione dell’impatto ambientale ma anche al miglioramento della mobilità urbana».

In primo piano

Siemens, tutte soluzioni per l’e-mobility

Siemens Smart Infrastructure è stata tra i protagonisti dell’edizione 2024 di NME – Next Mobility Exhibition, a Milano, dall’8 al 10 maggio. Soluzioni personalizzate per l’elettrificazione, infrastrutture di ricarica adatte a tutte le esigenze e soluzioni software e IoT per ottimizzare la gest...

Articoli correlati