Flixbus ha completato l’acquisizione dei brand Eurolines ed Isilines. Le trattative con il gruppo Transdev, proprietario dei due marchi di servizi in autobus su lunga distanza, si sono concluse giovedì 2 maggio. La decorrenza è 30 aprile. A inizio marzo era circolata la notizia dell’inizio delle trattative per l’espansione del gigante verde arancio. I dettagli finanziari sono mantenuti sotto riserbo.

CLICCA QUI PER L’ARTICOLO
Flixbus, l’outsider che diventa protagonista. La cronistoria

flixbus transdev

Transdev si concentra sul tpl

Secondo quanto dichiarato dalle due società, l’accordo comprende le linee interne alla Francia gestite sotto il brand Isilines, e quelle in Francia, Paesi Bassi, Belgio, Repubblica Ceca e Spagna erogate sotto l’insegna Eurolines. Le linee Eurolines “italiane” operate da Baltour erano già state rilevate da Flixbus alla luce dell’accordo con Baltour siglato nell’ottobre scorso. Il presidente di Transdev Thierry Mallet ha dichiarato che il trasferimento di queste attività a Flixbus è una conseguenza del nuovo piano strategico, che mira a concentrarsi sul trasporto pubblico urbano e sui servizi per le aziende.

Accordo Flixbus – Transdev

A seguito di questi sviluppi, Flixbus si troverà a competere, nel mercato francese, solamente con Ouibus (oggi controllata da Sncf, le ferrovie francesi). Ouibus, a sua volta, è in corso di acquisizione da parte di Blablacar. La competizione assumerà i contorni di un confronto tra Flixbus e Blablabus, con il secondo dei due a portare avanti un modello di business che farà leva sulla possibilità di integrare biglietti di autolinea con passaggi in car pooling. L’acquisizione di Ouibus da parte di Blablacar dovrebbe essere conclusa entro l’inizio dell’estate, secondo quanto dichiarato ad AUTOBUS Ines Courmier, a capo del progetto bus di Blablacar, in un intervista pubblicata sul numero di maggio.

CLICCA QUI PER L’ARTICOLO
Blablabus scopre le carte. Primo obiettivo: Germania e Benelux. L’intervista

Flixbus in espansione

Il fondatore e ceo di Flixbus Jochen Engert ha dichiarato: «Vogliamo offrire una mobilità verde e a prezzi accessibili ai viaggiatori di tutto il mondo. Le reti di autobus a lunga distanza Eurolines e Isilines ci permettono di espandere ulteriormente il nostro raggio d’azione europeo». Nelle prossime settimane, hanno annunciato le due aziende tramite una nota stampa, i rispettive dipendenti inizieranno a lavorare insieme per integrare le rispettive reti e servizi.

Articoli correlati

Consip, i pretendenti al titolo “elettrico”

Consip ha reso pubbliche le offerte presentate gara per la fornitura di 1.000 autobus ad alimentazione elettrica con tecnologia di ricarica plug-in e pantografo, per un valore totale di oltre 660 milioni di euro L’iniziativa consentirà alle Pubbliche Amministr...

È in partenza la linea blu della metro di Milano

La linea 4 di Milano domani inizia la sua corsa. Sabato 26 novembre viene infatti inaugurata la prima tratta della linea blu, da Linate Aeroporto a piazzale Dateo, nella zona est della città. La tratta Dateo-San Babila, con due stazioni,  sarà inaugurata presumibilmente nella primavera 2023 mentre l...