E’ partita a Gabicce Mare la prima azione pilota del progetto strategico di cooperazione transfrontaliera Italia-Croazia FRAMESPORT, acronimo di “FRAMEwork initiative fostering the sustainable development of Adriatic Small PORTs” con l’inaugurazione di un servizio di trasporto pubblico sostenibile con un Bus Elettrico fra la citta’ e la Marina di Vallugola. Previsto sino al 4 settembre, tutti i giorni, il servizio totalmente gratuito, prevede 4 corse al mattino, a partire dalle 9:30 alle 13:00 e, quattro corse al pomeriggio dalle 15:30 alle 18:30. Nel Porto di Vallugola, Svim l’Agenzia di Sviluppo della Regione Marche insieme alla Regione Marche ed il Comune di Gabicce Mare, si sono concentrati sull’ottimizzazione ed implementazione di un’azione eco-friendly di smart mobility, per migliorare i collegamenti del porto di Vallugola, e allo stesso tempo sviluppare modalita’ di trasporto sostenibile per ridurre i consumi energetici e l’impatto ambientale perfettamente in linea con il progetto finanziato dal programma Interreg Italia-Croazia 2014-2020.

FRAMESPORT con un budget di oltre 7 milioni di euro (l’85% dei quali finanziati dal Fondo europeo di Sviluppo Regionale-Fesr) si propone di promuovere lo sviluppo sostenibile dei piccoli Porti dell’Adriatico quali motori della crescita socio-economica delle aree costiere e coinvolge 16 enti italiani e croati come partner ed altri 12 come associati coordinai da Corila (Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia) garantendo la completa copertura geografica dell’area costiera adriatica. L’iniziativa prevede la realizzazione di azioni pilota, per testare nuove soluzioni per risolvere i problemi esistenti ed indirizzare i piccoli porti verso una crescita sostenibile, legate a specifici macrotemi: dalla creazione di applicazioni Ict e di servizi correlati, alla pianificazione del territorio, la protezione dell’ambiente e lo sviluppo delle potenzialita’ dei piccoli porti in termini di business. Un’altra azione del progetto riguardera’ Numana. 

In primo piano

Indcar Mobi, l’urbano a gas ha un’autonomia al top

Quello della transizione energetica è il tema centrale su cui ruotano presente e futuro del settore del trasporto pubblico, e non solo. La graduale messa al bando delle soluzioni diesel apre infatti a nuovi scenari. E se le soluzioni elettriche non hanno ancora fatto breccia, le motorizzazioni a gas...

VDL Italia: nuovo team commerciale e la ripartenza del turismo

La tempesta Covid, il focus sulla sicurezza, le iniziative per i clienti travolti dalla crisi. E ora, il mercato che riparte e i Classe III che tornano finalmente a solcare le autostrade del Belpaese. VDL Italia si presenta al rilancio del mercato turistico forte di una gamma che ha già dimostrato i...

Giorgio Zino, presente e futuro di Iveco Bus

Post pandemia, investimenti e sguardo al domani. La transizione elettrica? Ha frenato, ma sta ripartendo. La produzione? È tornata a livelli pre Covid. Abbiamo incontrato Giorgio Zino, Business Director Italy and Greece Iveco Bus che ci ha tratteggiato il presente e il futuro del gruppo. Giorgio Zin...

Cloud-based e multicanale. La bigliettazione secondo Praticko

Le nuove tecnologie sono la principale chiave per migliorare la competitività e uscire dalla crisi. Al centro dei cambiamenti c’è il Cloud, considerato come lo strumento abilitante per eccellenza per progetti di digital transformation che, per propria natura, necessitano di praticità, flessibilità e...

Articoli correlati

Tpl, 600 milioni per i servizi aggiuntivi

Il Tpl sotto la lente del Ministro Giovannini. “Il primo messaggio da sottolineare è che lo Stato, a cui compete il finanziamento del Rpl (trasporto pubblico locale), ma non la gestione che spetta alle regioni, ha stanziato per la seconda parte dell’anno 600 milioni di euro per servizi aggiunt...