Sedici anni insieme festeggiati con il traguardo dei ventimila motori consegnati per autobus e coach. Cummins e Otokar celebrano la partnership con la consegna, al costruttore turco, di una targa celebrativa, tenutasi presso lo stabilimento di motori di Darlington, nel Regno Unito.

Sin dalla prima installazione, nel 2006, i motori Cummins diesel e a gas naturale sono stati una colonna portante della maggior parte degli autobus urbani e interurbani di Otokar, nonché dei turistici che operano in Turchia e nel mondo. Circa il 90% degli autobus prodotti nello stabilimento di Sakarya monta motori diesel a basse emissioni Cummins Euro VI F2.8, B4.5, B6.7 o motori a gas naturale L9N.

 Cenk Yavuz, Türkiye Territory Manager di Cummins, ha commentato: «Siamo entusiasti di celebrare questo importante traguardo con Otokar. Da quando abbiamo fornito il nostro primo motore, l’ISB4.5 Euro IV per il midi-bus Sultan nel 2006, abbiamo lavorato in partnership per garantire che i nostri prodotti soddisfino le esigenze di Otokar in termini di prestazioni elevate, affidabilità, semplicità e facilità di manutenzione. Poiché l’attività di Otokar continua ad espandersi, non vediamo l’ora di lavorare con loro su progetti futuri».

Kerem Erman, Assistant General Manager, Commercial Vehicles Otokar, invece, ha dichiarato: «Il mercato turco degli autobus è cresciuto dell’8% in termini di unità l’anno scorso e abbiamo aumentato la nostra quota di mercato in modo sostanziale. Un autobus su due venduto in Turchia era di marca Otokar, molti dei quali con motore Cummins. Una partnership a lungo termine con i nostri fornitori, un’assistenza post-vendita affidabile, la disponibilità di ricambi e il supporto in garanzia sono molto importanti per noi. Abbiamo un ottimo rapporto con Cummins: è un partner di fiducia per Otokar e i suoi motori avanzati diesel e a gas naturale Euro VI sono stati determinanti per il nostro successo».

In primo piano

Citymood 12e, il tour-test su e giù per lo Stivale è un successo

Mancavano una manciata di settimane alla fine del 2021 quando, in quel di Flumeri, Industria Italiana Autobus lanciava il primo elettrico di casa. Il nome di battesimo? Citymood 12e, di fatto il primo ebus interamente progettato e realizzato in Italia. Una novità tutta made in Italy ben accolta dal ...

Articoli correlati

Un nuovo nome e una nuova immagine: nasce PEI Mobility

La business unit di P.E.I Srl, dedicata alla fornitura di prodotti per l’interconnessione di autobus articolati, cambia nome e veste grafica proponendo un rebranding volto a consolidare i numeri di una realtà che, durante un percorso lungo quasi vent’anni, ha saputo distinguersi e affermarsi nel mer...

MAN costruisce una fabbrica di batterie a Norimberga

A partire dall’inizio del 2025, MAN Truck & Bus produrrà batterie ad alta tensione per autocarri e autobus elettrici in larga scala presso il proprio stabilimento di Norimberga. Per realizzare questo progetto l’azienda investirà circa 100 milioni di euro nei prossimi cinque anni nell...