Bus Rapid Transit (BRT) - Istanbul, Turkey © iett (Large)

Durante lo scorso weekend a Parigi 125 nazioni hanno siglato un nuovo accordo sul clima impegnandosi a combattere i cambiamenti climatici e ad intraprendere scelte sostenibili per il futuro. Secondo UITP, l’Associazione Internazionale del Trasporto Pubblico, l’impegno dei vari paesi deve farsi però più attivo perchè ridurre il riscaldamento globale di due gradi è un obiettivo difficile da raggiungere se non supportato da reali politiche sostenibili. Una soluzione esiste, però, e si chiama trasporto pubblico. Il TPL è infatti in grado di aiutare i Governi dei singoli Paesi nei loro obiettivi di contenimento dell’inquinamento, migliorando la qualità dell’aria, sostenendo allo stesso tempo politiche di mobilità alternativa e sostenibile. UITP ricorda infatti come lo sviluppo del trasporto pubblico sia essenziale per contribuire in modo significativo alla riduzione delle emissioni inquinanti e la Declaration of Climate Leadership, che comprende anche l’obiettivo di duplicare la quota di trasporto pubblico entro il 2025, guarda proprio in questo senso.

In primo piano

Iveco Streetway, la nuova gamma urbana con focus su diesel e CNG

Iveco Streetway, su il velo sulla nuova gamma urbana Iveco. Attenzione: non si tratta di un rimpiazzo dell’Urbanway, che rimarrà in vendita in tutta Europa. Il lancio della gamma Streetway rappresenta l’atto di debutto della collaborazione con Otokar, e sarà prodotta nello stabilimento t...

Articoli correlati

E-mob 2021, a Milano il festival della mobilità elettrica

Un’altra mobilità è possibile. È questo il claim della quinta edizione di e-mob, il festival della mobilità elettrica, ma è anche una verità-necessità entrata con forza, da anni, nell’agenda politica per gli anni a venire. Un’altra mobilità è possibile, sì, ed è legata a doppio filo al concetto chia...