Il Busworld Turchia riparte da Smirne. La settima edizione del salone dell’autobus nella declinazione turca, promosso grazie alla collaborazione tra Busworld International e il partner locale Hkf Trade Fairs, terrà banco dal 19 al 21 aprile nei padiglioni A e B del Fuar Izmir a Smirne (Izmir in turco), la terza più grande città del paese, a poco meno di 500 chilometri di distanza da Istambul, che ha ospitato le precedenti edizioni della kermesse.

busworld turkey

Quest’anno il debutto a Smirne

Il Busworld Turchia, che si svolge con cadenza biennale, fa risalire le sue origini al 2004. Durante l’ultima edizione del 2016, tenutasi appunto ad Istanbul, alla vetrina dell’autobus hanno preso parte 145 aziende, 122 delle quali turche. 23 le aziende provenienti da un totale di 12 paesi esteri. La fiera ha richiamato 11.078 visitatori provenienti dal mondo degli addetti ai lavori, 1.519 dei quali provenienti dall’estero. 51 i membri della stampa e dei media non turchi. Il trasferimento a Smirne è legato all’apertura, avvenuta nel 2015 della struttura Fuar Izmir, che è andata ad impreziosire il palmares di una città portuale conosciuta dalla notte dei tempi come un luogo principe dei commerci. Fuar Izmir è il più grande centro fieristico della Turchia, e promette di offrire agli espositori presenti un’ottima chance per aumentare la propria visibilità.

Busworld Turchia: Bmc, Isuzu e Otokar sugli scudi

Più che una struttura ben attrezzata, a decretare il successo di una fiera sono naturalmente i prodotti. Ecco che il Busworld Turchia 2018 si prospetta tutt’altro che avaro di novità, legate naturalmente al mercato a cui è rivolto. Bmc giocherà il ruolo della prima donna: l’azienda ha prenotato lo stand più grande, ed ha confermato che lancerà a Smirne ben dieci nuovi autobus urbani. Anche Isuzu ed Otokar saranno naturalmente della partita. Oltre ai costruttori di autobus, saranno presenti grandi nomi della componentistica come Allison, Cummins, Webasto e Zf.

Busworld Academy, il convegno al Busworld Turchia

Per la terza volta, Busworld Academy organizzerà un congresso durante il Busworld turco. Il 20 aprile è in programma un’intera giornata di lavori sul tema “Il futuro della mobilità in autobus“. Gli interventi verteranno sui seguenti temi: digitalizzazione, confort per i passeggeri, design, infotainment, mobility as a service, transizione alla mobilità a zero emissioni, sicurezza, modelli di business, analisi di mercato. Tre le sessioni: Market trends, E-buses, Safety & technology in city buses. Tra i relatori vi saranno rappresentanti del World research institute, dell’operatore di tpl di Smirne Eshot, Frost, Frost & Sullivan, Uitp, Polis, Turkey Electric & Hybrid Vehicle Association (TEHAD), General Passenger Network. Il programma completo del congresso è visionabile QUI. Per registrarsi cliccare QUI.

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Sustainable Bus Awards 2025: ecco chi sono i (14) finalisti

Per sapere chi saranno i tre vincitori dei Sustainable Bus Awards 2025 bisognerà aspettare la premiazione durtante la giornata inaugurale del FIAA di Madrid, in programma nella capitale spagnola dal 22 al 25 ottobre. Nel mentre però sono stati comunicati i 14 finalisti che si contenderanno gli ambit...