Schermata 2016-04-17 alle 13.12.31

Un’edizione sottotono su cui pesa l’assenza di Mercedes e del gruppo Karsan. Poche anche le novità di prodotto per una salone, il Busword Turchia (Istanbul 14-17 aprile 2016), che sembra non riuscire a cogliere il grande momento dell’autobus in terra turca (oltre 44mila autobus prodotti nel 2015). Ma non sono mancate le sorprese come il ritorno di Bmc che, dopo il fallimento e la chiusura delle attività, si è presenta con uno stand delle grandi occasioni. A mostrare i muscoli anche Otokar con l’intera gamma in Euro VI e Isuzu che ha archiviato un anno positivo. Per Temsa due novità: un corto e un urbano da 12 metri. Akia ha invece presentato un megabus a tre casse che non passa inosservato. Spazio anche alla componentistica grazie a Voith, Zf, Allison e Cummins.

In primo piano

Volvo centra il tredici e sbarca in Italia con il due piani

In un mercato ancora pesantemente condizionato dagli effetti della pandemia, Volvo si è affacciata per ultima sul mondo degli autobus a due piani, convinta di poter dire la sua. A dire il vero, il costruttore svedese già nel 2020 aveva lanciato il suo bipiano con un progetto tutto nuovo, ma le sue d...

Articoli correlati

Verso lo IAA Transportation 2022

Un nuovo nome, un nuovo slogan (“Persone e merci in movimento”) e un nuovo concetto di fiera. Tante le novità dell’edizione 2022 dello IAA Transportation, in programma dal 20 al 25 settembre ad Hannover, dove sono attesi oltre 1.400 espositori da 42 Paesi diversi. La più piattaforma mond...