Unibuss è già leader nel trasporto pulito in terra norvegese. Due autobus Solaris Urbino 12 Electric arriveranno presto a dare manforte all’ampia flotta “fossil-free”. Si tratta dei primi autobus a batteria acquistati dall’operatore, finora focalizzato su ibridi, idrogeno e gas. Questa commessa segna l’inizio di una nuova era: il contratto è stato siglato il 30 marzo, ed entrambi i veicoli inizieranno a prestare servizio a partire dall’autunno di quest’anno.

Autobus Solaris Urbino, in prima linea per l’elettromobilità

L’autobus Solaris Urbino elettrico si è aggiudicato il “Bus of the year” 2017. A imprimere il movimento alle ruote sono due motori elettrici Zf Ave 130 integrati all’assale posteriore. Un sistema innovativo concepito a Friedrichshafen e adottato anche da altri protagonisti della mobilità collettiva elettrica (per fare un esempio, il Sileo S12). Le batterie, da 75 kWh, garantiscono circa 200 chilometri di autonomia. I veicoli useranno un sistema di ricarica via pantografo realizzato da Siemes, che li renderà in grado di operare per tutta la giornata grazie a frequenti ricariche da 8 minuti al capolinea. Un sistema già messo a punto sui Solaris in servizio ad Amburgo.

Oslo si accaparra gli Urbino

La destinazione dei due autobus sarà la capitale Oslo, nello specifico la trafficata linea 74, che collega i quartieri di Vika e Mortensrud. Nella flotta di Unibuss figurano 750 autobus, gran parte dei quali alimentati a idrogeno, biogas, biodiesel e ibridi. «Abbiamo l’ambizione di portare i nostri autobus a servire più città norvegesi di quelle in cui circolano attualmente – le parole di Øystein Svendsen, Ceo di Unibuss -. Entro quattro anni estenderemo la nostra presenza fuori dalla regione est. Ci stiamo focalizzando su nuove tecnologie a basso impatto ambientale, come l’elettrico e il Cng. Pensiamo che questo rappresenti la nostra priorità nell’implementazione della strategia di crescita».

 

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Riviera Trasporti, niente gestione in-house del tpl di Imperia

“Non ci sono le condizioni per l’affidamento in house, devono essere garantite efficienza ed economicità, che mancano nel piano industriale presentato da Riviera Trasporti“. Così il presidente della Provincia Claudio Scajola, ha aperto il getto di una doccia gelata all’operatore ci...
Tpl