82 autobus nuovi per Tep Parma in due anni: oggi (martedì 16 gennaio) sono stati presentati i primi tre mezzi. Si tratta di due interurbani Scania Interlink e un Iveco Crossway, alimentati a gasolio e rispondenti allo standard Euro VI. L’investimento? 569mila euro autofinanziati da Tep.

autobus nuovi tep parma

Tep Parma riprende a investire in autobus nuovi

Con la presentazione di questa mattina ha preso avvio ufficialmente il piano preannunciato nel mese di dicembre che sancisce la ripresa in Tep di investimenti diretti al rinnovamento di gran parte della flotta d’autobus in servizio a Parma e provincia. La decisione era arrivata a seguito dell’esito positivo del procedimento di ricorso al Tar in merito all’esito della gara per l’affidamento dei servizi di trasporto pubblico sul bacino locale, vinta in prima istanza da Busitalia e Autoguidovie e poi ribaltata dai giudici amministrativi regionali dopo una lunga querelle legale, che di fatto aveva bloccato per l’azienda la possibilità di pianificare nuovi investimenti. Forte del parere espresso dall’organo di giustizia, dunque, Tep sta recuperando a grandi passi i tempi di gara, fiduciosa di una positiva conclusione del procedimento.

Iveco Crossway e Scania Interlink per Tep Parma

I tre mezzi presentati oggi rappresentano il primo step di un lotto di 27 mezzi urbani e extraurbani la cui fornitura sarà completata entro il mese di maggio. Si tratta di due vetture Scania Interlink lunghe 10 e 12 metri e un autobus Iveco Crossway 12 metri che saranno in servizio entro poche settimane nel territorio extraurbano. Le capienze? 72 e 75 passeggeri per i due Scania, dei quali 53 e 45 con posto a sedere, mentre il Crossway è in grado di trasportare fino a 86 persone (46 sedute).

autobus nuovi tep parma

Tep Parma, autobus nuovi con pedane e wi-fi

Tutte e tre gli autobus nuovi di Tep Parma, inoltre, sono dotati di pedana e postazione riservata per la salita e l’accoglienza di passeggeri con disabilità motorie in carrozzella. Le pedane in dotazione, due elettroniche e una a ribaltamento manuale, adatte a veicoli omologati per lunghi viaggi, aumentano sensibilmente le opportunità di mobilità per i passeggeri con difficoltà di deambulazione residenti sul territorio provinciale. Il bus Iveco dispone di porte usb di bordo per la ricarica di smartphone e tablet e tutte e tre le vetture saranno dotate di rete wifi gratuita, per la prima volta disponibile a Parma su vetture extraurbane. Completano le dotazioni di comfort l’ampio portabagagli e l’impianto di climatizzazione. La guida dei mezzi, inoltre, è facilitata dalle telecamere posteriori collegate al display principale sul cruscotto.

5,6 milioni di euro investiti per il rinnovo della flotta Tep

 

Oltre a questi tre bus, entro la fine del 2018 saranno acquistate e messe in servizio ulteriori 41 vetture, per un investimento complessivo di circa 5,6 milioni di euro. Secondo il presidente di Tep Antonio Rizzi: «I nuovi bus, presto in servizio sulle strade del territorio comunale e provinciale rappresentano il primo passo per offrire ai nostri concittadini un servizio sempre più in linea con le loro aspettative, confortevole e sicuro che porti i nostri clienti a rinunciare volentieri all’auto privata per salire a bordo di un mezzo pubblico. È questa l’unica strada possibile per la crescita e lo sviluppo di Tep».

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Autolinee Toscane, un nuovo bus ogni 2 giorni

Un bus ogni due giorni da ora a fine 2024, e poi il grande balzo che vedrà due bus nuovi ogni giorno (festivi e domeniche compresi) sulle strade della Toscana per garantire un servizio di trasporto pubblico locale sempre più efficace, efficiente e sostenibile sia dal punto di vista ambientale che so...

Riviera Trasporti, niente gestione in-house del tpl di Imperia

“Non ci sono le condizioni per l’affidamento in house, devono essere garantite efficienza ed economicità, che mancano nel piano industriale presentato da Riviera Trasporti“. Così il presidente della Provincia Claudio Scajola, ha aperto il getto di una doccia gelata all’operatore ci...
Tpl