Gli autobus elettrici di Wrightbus saranno equipaggiati con Voith Electrical Drive System (VEDS). L’azienda nordirilandese ha siglato una partnership scegliendo Voith come partner esclusivo per la fornitura del sistema di propulsione elettrica, che alimenterà  la seconda generazione di veicoli elettrici a batteria (BEV) e celle a combustibile a idrogeno (FCEV) per l’Europa.

Si tratta del primo importante ordine per Wrightbus: 80 autobus a due piani saranno dotati del VEDS e utilizzati per la rete di trasporto pubblico a Belfast e Derry, in Irlanda del Nord.

Autobus elettrici Wrightbus, Voith fornitore esclusivo

Gli autobus elettrici Wrightbus equipaggiati con Voith hanno un sistema basato su un potente motore a magneti permanenti raffreddato ad acqua con inverter ad alta efficienza. Non è necessaria una trasmissione separata, e ciò ha un effetto positivo sul consumo di energia, sulla portata e sulle emissioni di rumore. Allo stesso tempo, questo principio consente un design compatto. Questo non solo semplifica l’installazione nei doppi ponti Wrightbus, ma, se utilizzato in autobus a pianale ribassato senza barriere, rende anche il VEDS il sistema di guida perfetto per la transizione verso la mobilità sostenibile.

Il sistema modulare è disponibile in diverse classi di potenza ed è quindi adatto a tutte le categorie di veicoli. Con una potenza massima di 340 kW è uno dei più potenti sistemi di trazione per autobus presenti sul mercato. Grazie all’approccio di sistema integrato, tutti i componenti VEDS sono perfettamente coordinati tra loro. Dall’hardware come il motore elettrico, l’inverter di trazione e il distributore di alta tensione fino ai sistemi di controllo, azionamento e gestione dell’energia. Ciò facilita l’integrazione nel veicolo e garantisce un elevato livello di affidabilità. Il VEDS, inoltre, può essere utilizzato in modo flessibile su varie piattaforme.

Una partnership proficua

Wrightbus gode di un’eccellente collaborazione con Voith da oltre 15 anni. Ad esempio, l’azienda utilizza solo trasmissioni DIWA nei suoi autobus e ha beneficiato dell’eccellente supporto di Voith durante l’intero ciclo di vita del prodotto. In futuro, Wrightbus equipaggerà tutti i suoi veicoli con il Voith Electrical Drive System come standard.

Il primo degli 80 autobus elettrici Wrightbus equipaggiato col sistema Voith sarà consegnato già ad agosto 2021 a Translink, il più grande operatore di autobus dell’Irlanda del Nord, che prevede di utilizzare i nuovi autobus a due piani per il tpl di Belfast e Derry. Prima di assegnare l’ordine, il produttore di autobus di Ballymena ha analizzato tutti i sistemi di azionamento elettrico disponibili in Europa. Ha concluso che il VEDS offriva la migliore efficienza operativa.

Il fattore limitante per i veicoli alimentati a batteria è l’autonomia, il che significa che l’efficienza della trasmissione è cruciale per il funzionamento quotidiano. Questa considerazione vale ancora di più per gli autobus a due piani, che hanno uno spazio limitato e una capacità di peso limitata per batterie aggiuntive“, spiega Brian Maybin, Head of Advanced Technology di Wrightbus. Nel VEDS, il motore principale e l’inverter formano un pacchetto appositamente coordinato che garantisce un’elevata disponibilità di potenza e la massima portata anche in caso di schemi di guida impegnativi. “Riteniamo che Voith abbia compiuto uno sforzo in più per comprendere la nostra azienda, le nostre persone, i nostri prodotti, i nostri clienti e le nostre opportunità di mercato“, prosegue Maybin.

Questo nuovo ordine è un’ulteriore prova della proficua collaborazione tra le due società. Allo stesso tempo, Voith sta svolgendo un ruolo importante nell’aiutare Translink a raggiungere l’obiettivo autoimposto di gestire una flotta di autobus completamente priva di emissioni entro il 2040.

In primo piano

Articoli correlati

Sono di Solaris i primi ebus da 12 metri di sempre a Genova

Ne sono arrivati cinque e ne arriveranno altri venticinque nelle prossime settimane. Gli autobus elettrici firmati da Solaris hanno messo piede, o meglio, ruota a Genova a per la prima volta il capoluogo ligure potrà contare per su ebus da 12 metri. E così, una tappa dopo l’altra, il progetto elettr...