Atp scommette sull’elettrico. Heuliez in prova da settembre

Da settembre 2019 un autobus elettrico Heuliez Gx 337 Elec sarà in sperimentazione per Atp Esercizio lungo la linea Genova – Recco. L’annuncio ha rappresentato la ciliegina sulla torta del convegno tenutosi questa mattina nel capoluogo ligure, a cui è intervenuto anche il sindaco Marco Bucci.

Lo sviluppo di Atp Esercizio al centro

Il convegno “Innovazione in movimento. Un anno dopo“, promosso da Atp Esercizio si è svolto oggi a Palazzo Doria Spinola, sede della Città Metropolitana. In questa occasione il sindaco della Città Metropolitana, Marco Bucci, i consiglieri delegati Franco Senarega e Claudio Garbarino, rispettivamente alle Strade e ai Trasporti, l’amministratore unico di Amt Marco Beltrami, hanno incontrato i vertici di Atp per discutere di strategie future ed esaminare i dati di un anno di grande sviluppo per l’azienda.

Un autobus elettrico Heuliez in sperimentazione a Genova

Al termine del convegno, sulla linea tra Genova e Recco ha acceso i motori il bus elettrico Iveco Heuliez da 12 metri (Gx 337 Elec), che presto verrà messo in servizio nel golfo Paradiso, insieme al più piccolo
bus elettrico da 9.50 metri che invece servirà per la linea tra Santa Margherita e Portofino, non appena verrà riaperta la strada. Lo ha annunciato, insieme al vicepresidente di Atp Esercizio Carlo Malerba, il responsabile innovazione di Iveco ambito truck e bus Alessandro Bernardini, anche amministratore delegato di Altra, realtà del gruppo Cnh Industrial che, proprio a Genova, ha il suo centro di R&S dove vengono sviluppati i sistemi di trazione elettrica per veicoli commerciali Iveco.

Atp Esercizio, le attività per la valorizzazione del territorio

«Con il presidente Enzo Sivori, in questi ultimi 12 mesi quello che abbiamo fatto tutti insieme per questa azienda e ancora di più per quelli che sono i veri azionisti del trasporto pubblico, cioè i cittadini, si può
definire un piccolo ma significativo miracolo. Non è stato facile riuscire a ricreare il clima giusto perché tutti tornassero a credere in Atp. Ma ci siamo riusciti. In questo anno il servizio è sempre stato migliorato, abbiamo creato nuove linee pendolari, svecchiato da 13 a 9 anni l’età del parco mezzi, abbiamo proposto servizi innovativi come il Frecciabus, lo shuttle per l’aeroporto, il disco bus, il bus a chiamata, il servizio Valli all’Opera. Abbiamo migliorato la sicurezza a bordo per i passeggeri e i lavoratori, abbiamo iniziato a colpire il fenomeno dell’evasione. Abbiamo creato il primo hub del trasporto pubblico locale a Genova Brignole, superando lo scetticismo di molti» – ha detto Garbarino.

Bucci, focus sull’integrazione

Bucci ha evidenziato nel suo intervento, «L’importanza di una vera integrazione tra Genova città  e Città Metropolitana. Il trasporto pubblico è una componente importantissima della vita delle persone.  Ed è dalle loro esigenze che dobbiamo partire:  dobbiamo concepire il trasporto pubblico
come un mezzo che faciliti la vita delle persone. Tra gli obiettivi strategici che ci siamo dati c’è una sempre maggiore integrazione tra i trasporti della città e quelli della città metropolitana. Un obiettivo sostenuto anche dal Pums, che può contare su risorse da 650 milioni. Tutto questo guardando al futuro, con mezzi sempre più avanzati tecnologicamente e al passo con i tempi. Dal 2025 tutta la città metropolitana avrà mezzi elettrici, senza combustibile».

Amt, solo bus a zero emissioni dal 2024

Nel corso del dibattito, Franco Senarega ha ricordato il valore aggiunto rappresentato dal trasporto pubblico, mentre Marco Beltrami amministratore unico di Amt ha parlato del «futuro elettrico di Amt», delineando una situazione in cui dal 2024 in poi verranno acquistati solo veicoli a zero emissioni. Anche Paolo Odone, attuale presidente di Aeroporto Genova, ha parlato dell’importanza del trasporto pubblico come canale preferenziale di collegamento per lo scalo genovese. Per Atp l’intervento di Carlo Malerba, vice presidente e per il parco dell’Antola Daniela Segale.

Autobus elettrico Heuliez, il taglio del nastro

Dopo il convegno, è arrivato il taglio del nastro per il nuovo veicolo Iveco Heuliez GX 337 full electric, classe 1: un 12 metri che ha viaggiato fino a Recco. L’arrivo in piazza Nicoloso, davanti al municipio, c’è stato alle 15 circa, alla presenza del sindaco Dario Capurro. Questo mezzo, ieri in prova, dovrà in un futuro essere utilizzato su questa tratta e poi sulle tratte litoranee. Mentre il più piccolo 9.50 metri rappresenterà il futuro per la linea turistica tra Santa Margherita e Portofino.
Pochi giorni fa, l’azienda di trasporto pubblico ligure ha presentato 24 nuovi autobus Iveco Crossway in configurazione Low entry, recenti ingressi in flotta.

2019-02-14T17:08:13+00:0014 Febbraio 2019|Categorie: AUTOBUS NEWS, BUS ELETTRICI|