Sono stati presentati alla città di Messina i nuovi autobus elettrici firmati Byd. Si tratta di una flotta di 16 modelli di Byd K7, autobus full-electric da 8,7 metri. La cerimonia si è consumata oggi alle 10.30 in piazza Duomo alla presenza del sindaco Cateno De Luca, del vicesindaco e assessore con delega alla Mobilità Salvatore Mondello. Schierati i sedici nuovi bus elettrici mentre in rappresentanza dell’azienda cinese l’amministratore delegato della BYD Industria Italia SpA Patrick L. Zhou. I bus sono stati finanziati con i fondi europei dell’Asse 2 del Pon Metro 2014-2020, hanno una lunghezza di 8.70 metri, possono trasportare 53 persone e sono dotati di un sistema di ricarica lenta e rapida con un’autonomia di 200 chilometri. La flotta ATM, da poco, è quella con la più alta percentuale di bus elettrici in Italia.

Byd Messina

Autobus elettrici corti per Messina

I nuovi mezzi, appartenenti alla classe 1, con una capienza di 53 persone, hanno una lunghezza compresa tra i 7,70 e 9 metric ompleti degli allestimenti, degli equipaggiamenti e dei sistemi di ricarica lenta e rapida. Investimento? 5.135.000,00 euro. L’accordo ha previsto la consegna dei primi otto bus elettrici entro 150 giorni solari dalla data di aggiudicazione definitiva (avvenuta con pec del 10 maggio 2018).

Byd: una copertura planetaria

Byd si è aggiudicata un doppio ordine: beneficiarie, due aziende di trasporto pubblico alle due estremità del globo. 27 autobus saranno consegnati ad Anchersen in Danimarca (saranno impiegati a Copenhagen) e rappresentano il debutto del costruttore cinese nel mercato del paese nordico. Dove un autobus elettrico Byd è stato testato, sempre a Copenhagen, nel 2014. Altri 20 autobus elettrici finiranno in Ecuador dove costituiranno la prima flotta elettrica del paese e la seconda in America Latina (dopo il Cile, dove la capitale Santiago ha ordinato 100 autobus elettrici cinesi, che saranno consegnati a partire da dicembre)

Autobus elettrici Byd in Italia

Nel 2018 Byd si è aggiudicata metà della “torta” di circa 60 autobus elettrici ordinati in Italia nel 2018. L’altra metà è andata a Solaris. “L’uso dei mezzi elettrici – aveva dichiarato il sindaco Cateno De Luca a margine della firma del contratto – favorisce la mobilità sostenibile e riduce l’inquinamento. Apprendo con piacere che in Cina, a Shenzhen, dove risiedono 14 milioni di abitanti, sono in funzione 14 mila bus, tutti elettrici, e come filosofia di trasporto non esiste il tram. Accolgo l’invito dell’amministratore delegato di Byd Europe Isbrand Ho a visitare questo colosso aziendale, con sette impianti di produzione, che ha lo stesso numero di dipendenti dell’intera popolazione messinese. Per la BYD, che ha già effettuato altre forniture tra Torino, Milano e Novara, si tratta di un progetto-pilota”.
Come si legge sull’organo di informazione locale Il Normanno, i nuovi autobus elettrici copriranno un tragitto complementare a quello del tram, ma traslato a monte, facendo capolinea a nord a piazza Castronovo e a sud allo Zir, passando con una frequenza di 10 minuti. Per ora sono parcheggiati al deposito di via La Farina.

 

In primo piano

Mercato Europa, sono 31.020 i bus&coach immatricolati nel 2023 (+21%)

31.020 contro 25.657, +5.363 unità. Il mercato dell’autobus europeo, nel corso del 2023, è cresciuto del 20,90% rispetto al 2022 (dati Chatrou CME Solutions). Segno che dopo la brusca frenata d’arresto del Covid – con tanto di conseguenze da onda lunga – l ’ecosistema è vivo. Ed è vivo, vegeto e pie...

Articoli correlati

Industria Italia Autobus consegna 8 Citymood 12e a SUN Novara

In attesa di conoscere meglio il proprio destino societario, Industria Italiana Autobus continua a consegnare il suo Citymood 12e. Infatti, dopo aver fornito a fine dicembre i primi quattro elettrici di sempre ad ATVO (Azienda Trasporti Veneto Orientale), nei giorni scorsi è stata ultimata la conseg...

Asf Autolinee presenta i primi due elettrici targati BYD

La svolta elettrica di Asf Autolinee. Nella mattinata di oggi (martedì 20 febbraio, ndr) al Tempio Voltiano di Como – e non poteva esserci location più azzeccata, visto che è stato il genio di Alessandro Volta a inventare la pila – sono stati presenti i primi due autobus elettrici della ...
Sfoglia la nostra rivista online, non perderti gli ultimi articoli!