Alexander Dennis Limited ha consegnato i primi autobus Enviro con fotocamere digitali ad alta definizione e display interni al posto dei tradizionali specchi. Il sistema SmartVision, secondo il costruttore britannico, è in grado di migliorare la visibilità e ridurre il rischio di incidenti. L’impianto è prodotto dalla società francese Vision Systems e venduto oltre Manica tramite il distributore britannico 21st Century Technology. La medesima scelta di rimpiazzare gli specchietti con un sistema digitale di telecamere e monitor è stata presa da Irizar per il suo autobus elettrico ie tram.

autobus mirrorless

Specchio sopra, grandangolo sotto

La visuale delle telecamere SmartVision viene elaborata digitalmente per compensare l’illuminazione, le ombre o il riverbero mentre viene trasmessa ai display, che sono montati all’interno della cabina per eliminare i riflessi dai finestrini. Il sistema offre al conducente una normale visione a specchio nella parte superiore del monitor e una visione grandangolare nella metà inferiore. La luminosità dello schermo si regola automaticamente per offrire un’eccellente visibilità di giorno e di notte.

autobus mirrorless

Lo sporco non danneggia la visibilità

Il software del sistema SmartVision rimuove qualsiasi distorsione causata dalla pioggia o dallo sporco sull’obiettivo, mentre un riscaldatore opzionale della telecamera elimina il ghiaccio o l’appannamento.
Oltre a migliorare la visibilità per i conducenti, gli operatori beneficiano di un rischio ridotto di danni allo specchio o lesioni ai passeggeri o ai pedoni, con un risparmio potenziale fino a 25.000 sterline per autobus. La riduzione della resistenza aerodinamica dovrebbe inoltre offrire un piccolo vantaggio in termini di risparmio di carburante, soprattutto a velocità elevate.
First Glasgow e Trentbarton sono i primi operatori ad utilizzare il sistema. Un Enviro400 per il servizio 75 di Glasgow è dotato infatti di SmartVision, così come un Enviro200 per il percorso i4 a Nottingham.

autobus mirrorless

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati