La Regione Campania ha affidato ad Air Mobilità la gestione dei servizi di trasporto pubblico locale nella provincia di Caserta, prima erogati dalla Clp. Il passaggio dei servizi è avvenuto l’1 settembre 2021.

Air Mobilità in Campania, il piano industriale

Il piano industriale disegnato da Air prevede l’utilizzo di 4 depositi che coprono il territorio della provincia di Caserta e di uno in provincia di Napoli. Il piano è stato realizzato in poco tempo grazie anche alla collaborazione istituzionale di Eav – che ha fornito i depositi di Piedimonte Matese e di Comiziano – e di CTP, per la struttura di Teverola. Dal 1 settembre sono dunque in circolazione 140 pullman, che garantiranno i servizi nella provincia di Caserta. 90 sono stati individuati con avviso pubblico (a fronte dei complessivi 140) e noleggiati per 3 mesi, in attesa della gara per l’acquisto che sarà bandita nelle prossime settimane. Per sopperire alla quota non individuata sul mercato sono stati inviati momentaneamente bus dai depositi di Napoli (Eav) e Avellino (Air).

Il commento dell’Amministratore Unico di Air Mobilità

Dal 3 agosto, giorno del decreto della Regione, siamo riusciti a fare 668 assunzioni tra Caserta e Avellino, abbiamo individuato 5 strutture per i depositi a servizio delle linee ex Clp e da domani partiranno i servizi a Caserta e provincia. Per questo voglio ringraziare tutti i dipendenti di Air che in questo mese hanno sacrificato affetti e rinunciato alle ferie, pur di raggiungere questo risultato, che considero un vero miracolo“, ha dichiarato l’amministratore unico Anthony Acconcia.

Obiettivo della società e della governance è garantire nel medio termine un innalzamento del livello della qualità dei servizi. Pertanto l’Air Mobilità, considerata la complessità sul piano operativo e gestionale della fase di passaggio dei servizi dalla società uscente al nuovo gestore affidatario, cercherà di ridurre al minimo i disagi agli utenti, scusandosi già da ora per eventuali disservizi che potrebbero comunque verificarsi in questa fase di transizione.

In primo piano

Citymood 12e, il tour-test su e giù per lo Stivale è un successo

Mancavano una manciata di settimane alla fine del 2021 quando, in quel di Flumeri, Industria Italiana Autobus lanciava il primo elettrico di casa. Il nome di battesimo? Citymood 12e, di fatto il primo ebus interamente progettato e realizzato in Italia. Una novità tutta made in Italy ben accolta dal ...

Articoli correlati

Consip, da gennaio ordinati circa 1.000 autobus

Consip. È in piena attuazione il piano del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims) per l’ammodernamento e la transizione ecologica del parco autobus destinato al Trasporto Pubblico Locale (TPL). Grazie al proficuo rapporto di collaborazione instaurato con Consip per offrir...

Tpl Sardegna, confermate le agevolazioni tariffarie per gli studenti

Sono state confermate anche per l’anno scolastico 2022-23 le agevolazioni tariffarie per gli studenti che utilizzano i mezzi di trasporto pubblico locale. Lo ha deciso la Giunta regionale della Sardegna con una delibera proposta dall’assessore dei Trasporti, Giorgio Todde, che ha stanzia...
Tpl