120 telai Volvo per Santiago del Cile. Spicca il sistema Safety Zones

Santiago del Cile è pronta a far scendere in strada ben 120 nuovi autobus basati su telaio Volvo e provvisti del sistema Safety Zones. I mezzi entreranno a far parte della flotta di Subus, che con circa 1.300 bus all’attivo rappresenta uno dei maggiori operatori del sistema di trasporto pubblico della città. Il sistema Safety Zones utilizza la connettività via GPS per ridurre automaticamente la velocità nelle aree critiche.

Forte di una tecnologia all’avanguardia, il telaio Volvo B8R presenta lo stato dell’arte dell’elettronica di bordo. Il veicolo è dotato di sistema elettronico di frenatura a disco, sospensioni elettroniche, sistema di gestione della flotta Volvo e I-Coaching (istruttore di guida virtuale). La carrozzeria, come usuale, è realizzata da Marcopolo.

santiago bus volvo

Volvo Safety Zones, la velocità cala automaticamente nelle aree a rischio

Inoltre, le unità destinate al Cile sono dotate del sistema di controllo automatico della velocità Volvo, un dispositivo che utilizza la connettività tramite GPS per identificare i tratti critici, con un alto tasso di incidenti, e limitare la velocità massima indipendentemente dalle azioni del conducente. Approvato dopo un anno di utilizzo a Curitiba (Brasile), dove le collisioni degli autobus BRT sono state ridotte del 50%, questa tecnologia è ora diventata uno standard di fabbrica in tutti i veicoli pesanti del marchio nel continente.

I 120 nuovi Volvo sono dotati di motori conformi agli standard Euro VI.

Volvo Buses leader a Santiago

“Santiago è in una valle circondata da montagne. La città ha una grande attenzione alla riduzione delle emissioni, a causa della difficoltà topografica di dispersione del particolato nell’aria”, commenta Alexandre Selski, direttore vendite di Volvo Buses in America Latina. Del resto, la capitale cilena è nota agli addetti ai lavori per aver avviato un ambizioso programma di transizione alle zero emissioni, mettendo in strada 100 elettrici Byd e altrettanti Yutong. Anche Enel X è coinvolta nel progetto.

“A Santiago siamo il marchio leader nei telai ad alta capacità“, afferma José Antonio Margalet, direttore commerciale del ramo autobus in Volvo Chile.

“Abbiamo una forte presenza a Santiago. Nel 2005, quando è stato istituito il sistema integrato di autobus, Volvo era il più grande fornitore di veicoli. I nostri autobus hanno aiutato la città a fare un salto di qualità nel miglioramento della mobilità urbana, con vantaggi che si sentono ancora oggi,” spiega Fabiano Todeschini, presidente di Volvo Buses Latin America

2020-01-21T15:20:01+01:0021 Gennaio 2020|Categorie: TPL|

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio