La tempesta Covid, il focus sulla sicurezza, le iniziative per i clienti travolti dalla crisi. E ora, il mercato che riparte e i Classe III che tornano finalmente a solcare le autostrade del Belpaese. VDL Italia si presenta al rilancio del mercato turistico forte di una gamma che ha già dimostrato il suo valore e di un team commerciale ristrutturato.

matteo meliconi vdl italia

Matteo Meliconi, in VDL Italia da maggio 2019, ricopre oggi il ruolo di Sales Manager New coaches and used vehicles. 32enne, proviene da precedenti esperienze come Export Area Manager Middle East and Africa, sulla scorta della conoscenza fluente della lingua araba e della laurea conseguita, con tanto di lode, in Lingua e cultura dell’Asia e dell’Africa.

VDL Italia, il nuovo assetto commerciale

Matteo Meliconi, ci vuoi presentare il nuovo assetto della rete commerciale VDL Italia?

«VDL Italia ha scelto un assetto snello, veloce ed agile. La nostra struttura commerciale si articola intorno alla mia figura in qualità di Sales Manager, del Dott. Costantini nostro Managing Director e della Dott.ssa Prati in qualità di Operations Manager. Si affiancano a noi, attivi su tutto il territorio nazionale, professionisti di esperienza che hanno il duplice compito di segnalarci aziende interessate alla nostra offerta e veicolare con continuità il nostro prodotto, così che l’azione commerciale possa essere precisa, immediata ed efficace».

Il Covid si è abbattuto come un uragano sul mercato del turismo. Quali strumenti avete messo a disposizione dei vostri clienti per aiutarli a far fronte alle difficoltà economiche legate alla pandemia?

«Abbiamo innanzi tutto immediatamente predisposto un “courtesy coach plan” che consentisse ai nostri clienti di gestire al meglio ed eventualmente posticipare il ritiro dei veicoli ordinati prima dello scoppio della pandemia lasciando quindi agli operatori, così drammaticamente colpiti da questo evento inimmaginabile, il respiro necessario per affrontare le priorità interne alla propria azienda dettate dall’emergenza e quindi onorare i propri impegni con noi in un momento più opportuno. Abbiamo lasciato inalterati i valori di permute ritirate molto tempo dopo le previsioni originarie e in qualche caso abbiamo accettato permute non previste negli accordi pre-Covid. Il nostro partner finanziario ha poi fatto il resto applicando la moratoria sui canoni di leasing prevista dalla legge. Una rinnovata organizzazione di post-vendita, con l’Ing. Badino nel ruolo di nuovo After Sales Manager, ha svolto un lavoro soddisfacente riconoscendo ai clienti un’estensione delle garanzie ove richiesto. In sintesi, ad ogni singolo caso abbiamo dedicato la massima cura ed attenzione, continuando a farlo tutt’ora visto che gli strascichi di quanto accaduto continuano a perdurare, cercando di plasmare il nostro sostegno ed i nostri sforzi sulle singole esigenze ed aspettative di ciascun nostro cliente». 

vdl italia

Covid, sicurezza, mercato

Il tema della sicurezza, già rilevante, è stato proiettato dal Covid al centro dell’attenzione. Quali prodotti avete messo a punto per rispondere alla crescente esigenza di sicurezza da parte di aziende e passeggeri?

«Come VDL ci siamo immediatamente focalizzati sul tema della sicurezza a bordo  ed abbiamo sviluppato una gamma di prodotti di sanificazione e ricircolo dell’aria. Il Pure Air Technology o pulizia attiva dell’aria, basato su un costante rilascio di ioni nell’abitacolo, insieme alle nuove tipologie di filtri dell’aria e dispenser per igienizzanti, garantiscono la più alta sicurezza a bordo dei nostri mezzi».

Siamo al giro di boa del 2021. Quali riscontri avete ottenuto finora in termini di mercato e che aspettative avete per l’anno in corso?

«Il mercato dei bus turistici sembra mostrare un graduale ripartenza. Nella prima parte dell’anno ci siamo concentrati verso quell’azione di cortesia sulla clientela già menzionata nel passaggio precedente, e che ci sta consentendo di portare a termine consegne di veicoli da turismo fermi nel piazzale durante i mesi della pandemia. Inoltre, l’azienda si è fortemente impegnata nel settore del trasporto pubblico, con un team dedicato e di recente creazione, che sta svolgendo un eccellente lavoro attraverso la partecipazione a diverse e sfidanti gare di appalto dove il nostro bus full electric, oltre ad essere stato un protagonista di fatto, ha rappresentato per diversi colleghi la “stella polare” in un periodo in cui il futuro sembrava oscurato da un infinito “lockdown”. Oggi, continuiamo tutti insieme a costruire solide basi per un positivo secondo semestre che ci aspettiamo possa essere brillante e vivace».

Parliamo di usato. È un mercato che promette di ripartire con slancio, anche a causa della pressione economica sugli operatori causata dalla pandemia…

«Siamo ottimisti e contiamo su una buona seconda parte dell’anno nel settore degli usati; è un mercato che può riservare piacevoli sorprese. Il nostro compito è quello di garantire ai nostri clienti l’acquisto di una macchina affidabile, in buone condizioni e pronta al lavoro, siamo convinti di essere in una posizione ottimale per far fronte a ogni richiesta. Abbiamo sempre ritirato i mezzi a valori reali e quindi siamo confidenti di poterli rivendere a prezzi molto interessanti per i clienti».

VDL Italia: una gamma turistica a prova di ripartenza

Uno sguardo al prodotto. Come è composta oggi la gamma turistica VDL?

«La gamma turistica di VDL si articola in tre segmenti:

  • Futura FHD2, high deck declinato nelle lunghezze comprese fra i 10mt ed i 15mt
  • Futura FMD, middle deck, nelle 3 varianti 13, 13.5m e 15 mt
  • Futura FDD2, double deck, di 13 o 14mt, molto apprezzato anche come classe II; ne è ultima testimonianza l’inizio in questi giorni del piano di consegne di 53 veicoli doppio piano classe II ad un’azienda pubblica del nord Europa.

VDL fa dell’innovazione, dell’attenzione al dettaglio ed all’ambiente il suo Dna; i nostri colleghi studiano ed aggiornano costantemente i nostri modelli fin nei minimi particolari, così che questi possano sempre mostrare la dedizione, la passione e l’orgoglio in ciò che facciamo e siamo».

vdl italia

Il clima di questi giorni è improntato al tema della ripartenza. Che messaggio volete lanciare, in questo senso, al mercato del turismo?

«VDL è pronta a sostenere tutti i suoi clienti , quelli presenti e quelli futuri; l’essere umano è movimento, viaggio e desiderio di conoscere; noi di VDL con i nostri prodotti miriamo ad essere sempre più parte di tutto ciò, dopo tutto il nostro motto è Move Together, muoviamoci, ripartiamo insieme.

Mi permetto di chiudere citando una grande donna e viaggiatrice, Amelia Earhart: “La cosa più difficile è la decisione di iniziare ad agire, il resto è solo tenacia”».

In primo piano

Citymood 12e, il tour-test su e giù per lo Stivale è un successo

Mancavano una manciata di settimane alla fine del 2021 quando, in quel di Flumeri, Industria Italiana Autobus lanciava il primo elettrico di casa. Il nome di battesimo? Citymood 12e, di fatto il primo ebus interamente progettato e realizzato in Italia. Una novità tutta made in Italy ben accolta dal ...

Articoli correlati

AN.BTI ricevuta dal ministro del Turismo Garavaglia

L’Associazione Nazionale Bus Turistici (AN.BTI) è stata ricevuta nel pomeriggio di martedì 26 luglio a Roma presso il Ministero del Turismo dal ministro Massimo Garavaglia. dal Segretario Generale, Dott. Lorenzo Quinzi. All’incontro, in programma, hanno partecipato Riccardo Verona, presi...

FlixBus potenzia le tratte: 40 città collegate con Aosta

Per l’estate 2022 FlixBus consolida la propria rete di collegamenti sul territorio regionale della Valle d’Aosta. La società infatti, rende noto di aver portato a oltre 40 il numero delle località direttamente collegate con Aosta. Inoltre amplia il numero delle tratte disponibili con Cou...