TRAVEL 874x90

Quattrocento tonnellate di Co2 risparmiate all’anno, 4 tonnellate di inquinanti atmosferici in meno come il pm10 e il pericoloso NOx. Tutte emissioni nocive che non verranno più emesse in atmosfera. Sono questi gli incredibili dati che da oggi verranno raggiunti a Varese in favore dell’aria e dell’ambiente, grazie agli 11 autobus ibridi che da questa mattina entrano in servizio in città sulla linea urbana. Una flotta di bus ecologici che sostituiranno altrettanti vecchi pullman in servizio dal 2008, consentendo un risparmio di circa 150mila litri di gasolio. Si tratta di una quantità di carburante che non venendo bruciato dai nuovi autobus consentirà di raggiungere prestazioni ambientali di grande importanza per la città.

Mercedes Citaro Hybrid per Autolinee Varesine

Gli undici nuovi autobus ecologici sono arrivati a Varese questa mattina e, come detto, da oggi entreranno ufficialmente in servizio sulla linea urbana. Si tratta di nuovi pullman ibridi, mezzi che sfrutteranno dunque, in modo combinato, la tecnologia della trazione elettrica. Questi nuovi mezzi verranno affiancati ai nuovi Euro6 già in circolazione, consentendo invece la dismissione dei vecchi autobus inquinanti. Grazie a questa iniziativa da oggi Varese possiede la flotta di trasporto pubblico tra le più giovani in Italia, con un’età media di soli 6,6 anni, circa la metà dell’età media del parco autobus nazionale (12 anni).

Mercedes Citaro Hybrid e la bigliettazione elettronica

Quella varesina è però anche tra le flotte più moderne grazie al nuovo sistema di bigliettazione elettronica che porta a rendere più immediato ed accessibile l’acquisto di biglietti e abbonamenti.

A presentare i nuovi autobus ibridi questa mattina c’erano Davide Galimberti, sindaco di Varese, Andrea Civati, assessore alla Mobilità, Dino De Simone, assessore all’Ambiente, Fabrizio Lovato, assessore al Turismo, i rappresentanti dell’Agenzia per il Trasporto Pubblico Locale del Bacino di Como, Lecco e Varese (col direttore Daniele Colombo e il presidente Angelo Colzani) e di Autolinee Varesine. Presenti anche Michele Maldini, direttore commerciale clienti pubblici di EvoBus Italia e Giovanni Becattini, amministratore delegato di Aep Ticketing Solutions.

Autolinee Varesine, il finanziamento

L’iniziativa in materia di trasporto pubblico e ambiente è stata possibile anche grazie al finanziamento di oltre 5 milioni che il Comune di Varese ha ottenuto nell’ambito del Piano strategico nazionale per la mobilità sostenibile contenuto nel decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri. In questo documento si incaricava il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT), insieme a quelli per lo Sviluppo Economico ed dell’Economia e delle Finanze, la definizione di una graduatoria per l’assegnazione di contributi a beneficio dei comuni capoluogo di città, chiamati ad adottare azioni strutturali per la riduzione dell’inquinamento atmosferico. Da qui la decisione dell’amministrazione di investire parte di queste risorse, circa due milioni, per rinnovare gli autobus che circolano in città scegliendo tecnologie innovative e sostenibili.

Varese, un passo verso il green

«Oggi Varese compie un enorme passo avanti non solo in termini di trasporto pubblico ma anche ambientali. Un grande passo avanti in fatto di mobilità sostenibile possibile grazie ai finanziamenti che abbiamo ottenuto dal Governo che ci hanno consentito l’acquisto di questi 11 autobus ecologici. Da oggi a Varese potremo circolare a bordo di bus moderni, efficienti e attenti all’ambiente. Nei prossimi mesi, grazie alle risorse ottenute andremo a sostituire con nuovi mezzi anche gli altri Euro6».

La flotta dei bus si rinnova

«Una nuova iniziativa concreta della nostra amministrazione che guarda con attenzione all’ambiente, alla mobilità, alla qualità della vita dei cittadini, all’innovazione e al turismo – aggiungono gli assessori Civati, De Simone e Lovato– Avere una flotta di autobus con queste caratteristiche ci consente di essere al passo con le altre grandi città europee e di insistere sulle politiche per la mobilità e la sostenibilità che stiamo praticando dal primo giorno della nostra amministrazione. Oltre ai nuovi sistemi digitali inaugurati di recente come la bigliettazione elettronica».

Mercedes, la stella nel cuore di Autolinee Varesine

I nuovi mezzi in servizio da oggi sulle linee urbane di Varese città sono undici Mercedes Citaro. I nuovi Mercedes montano una motorizzazione Euro 6 a tecnologia ibrida che abbatte sensibilmente i consumi. «I nostri archivi dicono che la prima vettura “con la stella” fu consegnata ad Autolinee Varesine nel 1993» spiega il direttore commerciale clienti pubblici di EvoBus Italia, Michele Maldini, per il quale «in poco meno di trent’anni da quel momento si contano ben 125 vetture consegnate all’azienda, di cui 100 a marchio Mercedes-Benz e 25 a marchio Setra, consolidando così una partnership basata su stima reciproca e serietà».

«Oggi Varese compie un enorme passo avanti non solo in termini di trasporto pubblico ma anche ambientali. Un grande passo avanti in fatto di mobilità sostenibile possibile grazie ai finanziamenti che abbiamo ottenuto dal Governo che ci hanno consentito l’acquisto di questi 11 autobus ecologici. Da oggi a Varese potremo circolare a bordo di bus moderni, efficienti e attenti all’ambiente. Nei prossimi mesi, grazie alle risorse ottenute andremo a sostituire con nuovi mezzi anche gli altri Euro6».

Ma l’innovazione del trasporto pubblico cittadino passa anche dal nuovo Sistema di Bigliettazione Elettronica, già implementato da alcuni mesi grazie al fornitore AEP Ticketing Solutions. È l’azienda italiana più conosciuta al mondo per progettazione e produzione di sistemi e apparati nel campo della bigliettazione elettronica, leader nella realizzazione di sistemi con carte bancarie EMV. «Siamo contenti di aver potuto collaborare con una delle aziende più dinamiche del territorio e di essere riusciti, assieme, ad aver attivato uno dei primi sistemi del progetto BELL di Regione Lombardia, arricchendolo, in più, del pagamento con carta bancaria EMV – ha commentato Giovanni Becattiniamministratore delegato di Aep Ticketing Solutions – Questo sistema, che va ad aggiungersi ai numerosi altri da noi realizzati in Italia e all’estero, può accettare anche carte virtualizzate su smartphone permettendo, dunque, di lasciare a casa le carte fisiche».

«I nostri archivi dicono che la prima vettura “con la stella” fu consegnata ad Autolinee Varesine nel 1993» spiega il direttore commerciale clienti pubblici di EvoBus Italia, Michele Maldini, per il quale «in poco meno di trent’anni da quel momento si contano ben 125 vetture consegnate all’azienda, di cui 100 a marchio Mercedes-Benz e 25 a marchio Setra, consolidando così una partnership basata su stima reciproca e serietà».


Abbonamenti e carnet possono essere caricati sul tesserino “Muoversi a Varese”, richiedibile e gestibile interamente online, da validare ad ogni viaggio; i biglietti di corsa semplice acquistati a terra presentano ora un QR code, da scansionare ad ogni salita a bordo sotto le validatrici nero/verdi; infine, è possibile acquistare i medesimi biglietti anche a bordo, semplicemente appoggiando la carta bancaria contactless sulle validatrici.

«Il futuro è adesso – hanno detto i rappresentanti di Autolinee Varesine – ma altre importanti novità, nei prossimi mesi, riguarderanno anche le linee extraurbane gestite dall’azienda».

Articoli correlati

IVECO BUS consegna 20 Urbanway autosnodati ad ATAC

IVECO BUS ha consegnato 20 Urbanway autosnodati da 18 metri alla Città di Roma presso Romana Diesel, concessionario di zona che ne curerà l’approntamento, la consegna e la manutenzione. Gli autobus sono in assegnazione e utilizzo ad ATAC Spa, azienda comunale di TPL urbano e suburbano del Comune di ...

IBE Driving Experience 2021, il 29-30 settembre a Misano

Riparte la macchina organizzativa di IBE Driving Experience, l’evento dedicato alla bus travel industry che permette di testare su pista gli ultimi modelli di autobus. L'appuntamento è per il 29 e 30 settembre 2021 al Misano World Circuit intitolato a Marco Simoncelli.