UITP coglie al balzo l’occasione della Giornata della donna per annunciare un accordo con la Federazione internazionale dei lavoratori dei trasporti (International Transport Workers’ Federation – ITF) volto a rafforzare la presenza di donne nel mondo del trasporto pubblico. In base a tale patto, le due parti lavoreranno ora con i sindacati e i datori di lavoro per attuare l’accordo in una serie di città pilota, con l’annuncio della prima città previsto per la fine dell’anno.

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE IL TESTO DELL’ACCORDO

donne nel mondo del trasporto pubblico

Il rilancio della campagna PT4ME

Nel 2018, UITP ha collaborato con la Banca Mondiale per fare luce sulle esigenze delle donne come utenti del trasporto pubblico. La campagna globale “PT4ME” è stata lanciata con il sostegno di oltre 240 membri dell’UITP che l’hanno diffusa tramite i loro canali. L’annuncio di oggi (con il tema #BalanceforBetter) rappresenta una sorta di rilancio di questa campagna, e coltiva l’obiettivo di spostare l’attenzione dalle donne come utenti del tpl alle donne come lavoratrici nel settore.

Moovit appoggia la campagna PT4ME

La campagna “PT4ME” acquista anche nuovi sostenitori: Moovit ne diffonderà i messaggi tramite la sua applicazione mobile, dando così una portata globale alla campagna UITP, che raggiungerà così i 90 paesi coperti dal servizio di Mobility as a service.

“È chiaro che quando si migliorano le condizioni di lavoro per sostenere l’occupazione femminile, si migliorano le condizioni di lavoro dei trasporti pubblici per tutti. Ecco perché le raccomandazioni contenute in questo accordo sono così importanti: ogni lavoratore e ogni passeggero beneficerà della loro attuazione. Ma è necessario che i lavoratori del trasporto pubblico e i datori di lavoro lavorino a stretto contatto se l’accordo porterà a un cambiamento reale. Ecco perché stiamo lavorando con l’UITP, e insieme identificheremo le città pilota per attuare l’accordo e creare un sistema di trasporto pubblico che sia accessibile a tutti”, ha commentato Diana Olanda, Presidente del comitato dei lavoratori dei trasporti femminili ITF

“La partecipazione delle donne nel settore non solo dovrebbe essere promossa, ma anche celebrata attivamente, con un forte sostegno istituzionale e da parte del top management – così Cécile Sadoux Responsabile della gestione del personale in UITP. -. Abbiamo bisogno di vedere cambiamenti e miglioramenti nei tassi di partecipazione femminile dagli abitacoli dei veicoli alle sale dei consigli di amministrazione”

In primo piano

Articoli correlati

Autolinee Toscane, Gianni Bechelli è il nuovo presidente

Autolinee Toscane ha un nuovo presidente, Gianni Bechelli. Il fiorentino, proveniente dal Gruppo Ratp Dev (di cui è consulente dal 2010 e dove continua a ricoprire la carica di consigliere di amministrazione) e con un passato da amministratore delegato in LFI-La Ferrovia Italiana, raccoglie il testi...

Due e-bus e otto colonnine elettriche: Ancona si tinge di verde

“Mobilità sostenibile”, due semplici parole entrate con forza, da anni, nelle agende di governo di tutto il mondo (o quasi). Sempre più Paesi e città stanno dedicando particolare attenzione – e importanti investimenti – su questo fronte. Uno dei primi pasi da compiere, non vi è dubbio, è quello di e...

L’elettrico di Iveco per la mobilità sostenibile di Pavia

La Settimana Europa della Mobilità Sostenibile (16-22 settembre) ha portato una novità green in quel di Pavia. Autoguidovie, l’azienda che si occupa del trasporto pubblico locale della città lombarda, ha infatti presentato l’ambizioso progetto per elettrificare la propria flotta di autobus, con il f...