A differenza di quanto si possa pensare, lo stato di salute delle imprese di trasporto pubblico italiane è più che positivo: il 77% di queste, infatti, chiude i bilanci in utile, mentre le perdite sono circoscritte a pochissime aziende. Uno scenario del TPL decisamente nuovo quello dipinto da Massimo Roncucci, Presidente di Asstra, durante il Congresso Nazionale in programma a Cagliari. La ragione delle sofferenze economiche, secondo l’Associazione, è da individuarsi nei ritardi dei pagamenti dei corrispettivi che creano squilibri finanziari nei bilanci delle aziende. Ciononostante, il settore ha bisogno di un cambiamento: “dobbiamo passare da semplici aziende erogatrici di servizi ad aziende di produzione di servizi” incalza Roncucci, secondo il quale al centro del sistema deve essere messo il cittadino, che deve godere di un servizio di mobilità, gestito con autonomia decisionale secondo l’economicità aziendale e l’efficienza della produttività. Infine, però, durante la prima giornata non è mancato un monito alle istituzioni, perché “questa volontà, se non inquadrata in un disegno di scelte strategiche più ampie, non ci consentirà di realizzare quel cambiamento di cui c’è bisogno”.

In primo piano

Siemens, tutte soluzioni per l’e-mobility

Siemens Smart Infrastructure è stata tra i protagonisti dell’edizione 2024 di NME – Next Mobility Exhibition, a Milano, dall’8 al 10 maggio. Soluzioni personalizzate per l’elettrificazione, infrastrutture di ricarica adatte a tutte le esigenze e soluzioni software e IoT per ottimizzare la gest...

Articoli correlati

Wayla, la startup che porta il trasporto on-demand (e condiviso) a Milano

Si scrive “Wayla”, ma si legge “uei là”, alla milanese, per intenderci. E proprio a Milano Wayla farà il proprio debutto a ottobre, lanciando un servizio di trasporto su richiesta, in sharing, che conterà inizialmente su una mini flotta di cinque mezzi, Fiat Ducato allestiti da Olmedo e a motorizzaz...
News