Sono tutti Euro VI i cinque nuovi autobus in Valdinievole. Il taglio del nastro è avvenuto il 30 aprile scorso alla presenza dei vertici di Trasporti Toscani (società nata dall’acquisizione della Lazzi da parte della pratese Cap). «Il rinnovo del parco mezzi – spiega l’amministratore delegato di Trasporti Toscani, Alberto Banci – è necessario per raggiungere un livello sempre più alto di efficienza e sostenibilità, per garantire un maggior rispetto per l’ambiente e una maggiore sicurezza per i viaggiatori. Il parco macchine era infatti fermo a investimenti fatti ormai tanti anni fa». Ogni bus costa 230mila euro, per un totale di oltre un milione finanziato al 50 per cento dalla Regione. L’azienda conta a oggi 75 bus (45 tra Montecatini e Pescia) e 106 dipendenti (90 dei quali in provincia di Pistoia). «E siamo pronti per partecipare alla gara regionale per il gestore unico», dice Banci.

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Autolinee Toscane, un nuovo bus ogni 2 giorni

Un bus ogni due giorni da ora a fine 2024, e poi il grande balzo che vedrà due bus nuovi ogni giorno (festivi e domeniche compresi) sulle strade della Toscana per garantire un servizio di trasporto pubblico locale sempre più efficace, efficiente e sostenibile sia dal punto di vista ambientale che so...

Riviera Trasporti, niente gestione in-house del tpl di Imperia

“Non ci sono le condizioni per l’affidamento in house, devono essere garantite efficienza ed economicità, che mancano nel piano industriale presentato da Riviera Trasporti“. Così il presidente della Provincia Claudio Scajola, ha aperto il getto di una doccia gelata all’operatore ci...
Tpl