Schermata 2015-11-24 alle 17.28.31

Un nuovo modello di bus entra a far parte della flotta di Tper all’insegna dell’ecocompatibilità e del confort di viaggio: è l’Urbanway 18 metri Full Hybrid prodotto da Iveco. Il veicolo è stato presentato oggi dalla Presidente di Tper, Giuseppina Gualtieri, insieme all’Assessore alla Mobilità della Regione Emilia-Romagna, Raffaele Donini, all’Assessore alle attività produttive ed economia verde della Regione Emilia-Romagna, Palma Costi, e al Sindaco di Bologna, Virginio Merola, alla presenza dei vertici di Iveco e della concessionaria Maresca e Fiorentino e del Presidente del CAAB e ideatore di F.I.CO., Andrea Segrè.

L’investimento complessivo per 9 Urbanway è stato di 4,3 milioni di euro, reso possibile dalla Regione Emilia-Romagna – attraverso un co-finanziamento del 70 per cento in attuazione del progetto-pilota europeo “Mi Muovo Elettrico-Free Carbon City” con risorse provenienti dal Piano Operativo Regionale (POR FESR 2007-2013) – e da Tper, che ha contribuito con risorse proprie al restante 30 per cento della spesa.

I 9 Urbanway 18 metri Full Hybrid che entrano in servizio a Bologna sono stati acquistati da Tper a seguito di gara a procedura negoziata, in lotto unico.

In attesa dell’apertura di F.I.CO. Eataly World, la cittadella del cibo che sorgerà al CAAB, e dell’avvio dei servizi di collegamento ad essa dedicati – per i quali i bus sono stati acquistati – i mezzi saranno gradualmente impiegati già a partire dai prossimi giorni sulle linee portanti del servizio urbano, dove andranno a sostituire mezzi con maggiore anzianità di servizio; i bolognesi – per primi in Italia – potranno toccare con mano i plus dell’Urbanway Full Hybrid, veicolo progettato per garantire un ambiente di viaggio confortevole, luminoso e silenzioso.

Schermata 2015-11-24 alle 17.29.51

Dotato di quattro porte, pianale ribassato, rampa a ribaltamento manuale e di un’ampia area centrale attrezzata per accogliere in sicurezza una carrozzina per persone non deambulanti e un passeggino, il bus può trasportare complessivamente 148 passeggeri, di cui 33 seduti.

I nuovi bus sono provvisti di climatizzazione integrale per il confort in ogni stagione e di tutte le tecnologie proprie della flotta Tper, tra cui i dispositivi per la localizzazione satellitare e per il dialogo con la centrale operativa di servizio, oltre all’annuncio fonico esterno di direzione e a quello interno di prossima fermata. Un ulteriore punto di forza del nuovo veicolo è la silenziosità: in modalità elettrica, l’abbattimento di vibrazioni e una rumorosità ridotta al minimo vanno a beneficio non solo dei passeggeri a bordo, ma anche di quelli in attesa alle fermate, dell’ambiente urbano circostante, oltre che del conducente del mezzo.

Nel corso della conferenza stampa, la presidente di Tper, Giuseppina Gualtieri, ha dichiarato:  “Questi nove veicoli ad alta compatibilità ambientale segnano una tappa importante nel percorso di rinnovo della flotta di Tper e aprono idealmente la stagione degli investimenti che finalmente segna una decisa accelerazione: il Consiglio d’Amministrazione di Tper ha già dato il via libera a una gara attraverso la quale la Società potrà dotarsi, nel giro di un anno, di ulteriori 100 nuovi bus da destinare ai servizi urbani ed extraurbani di Bologna e Ferrara.

Un apporto davvero significativo al ringiovanimento del proprio parco veicolare, a beneficio del comfort dei passeggeri e della compatibilità ambientale per un servizio sempre più attrattivo e qualificato, in grado di accompagnare la crescita di passeggeri Tper degli ultimi tempi, che dimostra un interesse ritrovato per la mobilità pubblica nei territori serviti”.

Tper è la prima azienda in Italia a dotarsi degli Urbanway Full Hybrid Iveco, che già all’estero operano con successo e che si posizionano ad altissimi livelli di sostenibilità ambientale dei trasporti pubblici urbani: sono dotati di un motore termico Euro VI e di un sistema di trazione elettrico con dispositivi atti a non emettere gas di scarico ad autobus fermo in linea, con risultati in termini di riduzione delle emissioni ottimizzati dal ciclo urbano. Infatti, grazie al sistema di accumulo energetico, in fase di frenatura, ai semafori e alle fermate, l’energia cinetica non viene dispersa in calore, ma trasferita alle batterie agli ioni di litio che alimentano il motore elettrico di trazione.

La gestione e il recupero dell’energia della tecnologia ibrida seriale a batterie consentono una notevole economia di consumi ed un abbattimento delle emissioni inquinanti in ambito urbano: l’Urbanway Full Hybrid, anche grazie alla funzione “Arrive&Go” che permette di arrivare e ripartire alle fermate in modalità tutta elettrica, consente una riduzione dei consumi fino al 40 per cento rispetto ad un autobus di tipo convenzionale, una riduzione del 33 per cento di CO2 per km e del 40 per cento di ossidi di azoto (NOx) per km rispetto al diesel.

Una flotta significativa di Urbanway Full Hybrid circola già da circa un anno nelle città francesi di Parigi e Grenoble. Oggi, il totale di autobus del gruppo CNH Industrial dotati della tecnologia Full Hybrid è rappresentato da circa 800 veicoli (sia in circolazione sia in fase d’ordine), di cui la metà destinati alla RATP, ente autonomo dei trasporti parigini.

Con l’inserimento di questi nuovi Urbanway, il parco veicolare di Tper arriva a contare ben 46 autobus ibridi: una tra le flotte pubbliche “ibride” più ampie d’Europa per un’area metropolitana di medie dimensioni.

 

In primo piano

Siemens, tutte soluzioni per l’e-mobility

Siemens Smart Infrastructure è stata tra i protagonisti dell’edizione 2024 di NME – Next Mobility Exhibition, a Milano, dall’8 al 10 maggio. Soluzioni personalizzate per l’elettrificazione, infrastrutture di ricarica adatte a tutte le esigenze e soluzioni software e IoT per ottimizzare la gest...

Articoli correlati

Wayla, la startup che porta il trasporto on-demand (e condiviso) a Milano

Si scrive “Wayla”, ma si legge “uei là”, alla milanese, per intenderci. E proprio a Milano Wayla farà il proprio debutto a ottobre, lanciando un servizio di trasporto su richiesta, in sharing, che conterà inizialmente su una mini flotta di cinque mezzi, Fiat Ducato allestiti da Olmedo e a motorizzaz...
News