Gli autobus a idrogeno Toyota sono pronti a esordire sul mercato. Si parte naturalmente dal Giappone: Tokyo ha pianificato l’introduzione di cento Fc Bus entro il 2020, anno dei giochi olimpici. I primi due modelli sbarcheranno sulle strade della capitale dall’inizio del 2017. Sono il frutto di una sperimentazione avviata un anno fa in collaborazione con Hino Motors.

Fc Bus, tecnologia sviluppata per l’auto Mirai

L’Fc bus è dotato del Toyota Fuel Cell System (TFCS), un sistema che coniuga la tecnologia full hybrid con quella delle celle a combustibile, sviluppato per l’automobile Mirai, la prima berlina a idrogeno prodotta in serie, eletta quest’anno World green car of the year. L’autobus, lungo 10,525 metri, è dotato di un sistema di approvvigionamento esterno ad elevata capacità (potenza 9 kW, capacità di rifornimento 235 kWh). Può trasportare fino a 77 passeggeri. La potenza massima sviluppata dal motore è di 113 kW per due unità.

Autobus, ma anche generatore

Tra gli obiettivi di Toyota dichiarati all’inizio della sperimentazione vi è quello di progettare autobus in grado di circolare anche durante calamità naturali, quando le reti energetiche collassano. L’Fc Bus, sottolineano dall’azienda, può essere sfruttato per evacuare scuole e palazzi oppure come alimentatore per fornire elettricità per l’uso domestico.

In primo piano

Quando il biglietto è intelligente è Pratic(k)o

Il gioco di parole è servito su un piatto d’argento. Un software in cloud per la gestione della bigliettazione digitale per il trasporto pubblico e privato: una soluzione pratica, o meglio, in un sola parola…Praticko. Stiamo parlando del progetto della software house e system integrator ...

Articoli correlati

Tpl Linea approva il piano industriale

L’assemblea dei soci di Tpl Linea, azienda del trasporto pubblico locale in provincia di Savona, ha dato il via libera al Bilancio di esercizio 2021 che chiude in utile nonostante il periodo pandemico e ha approvato l’aggiornamento del Piano industriale, atto primario per procedere con l...

Anav: «Dai bus del tpl solo lo 0,5% delle emissioni»

Gli autobus impegnati nei servizi di tpl in Italia sono responsabili appena dello 0,5% delle emissioni climalteranti. Un dato forse sorprendente, in positivo, che è contenuto nello studio dedicato alla transizione energetica del tpl, condotto dal Politecnico di Milano, presentato in occasione del co...