Nova Bus mette in campo il suo urbano elettrico all’Uitp Global Public Transport Summit 2017. Il punto sul mondo del tpl quest’anno si tiene a Montreal, in Canada. Sugli scudi Volvo, che controlla Nova Bus, artefice della sua prima prova a zero emissioni. In Canada sfila anche Voith che anticipa le caratteristiche della prossima generazione del cambio Diwa.

Nova Bus il suo LFSe

Volvo Buses si focalizza sull’elettromobilità insieme alla sua sussidiaria Nova Bus. Del resto, le due realtà hanno all’attivo 4250 autobus elettrici e ibridi venduti (3300 da Volvo, 950 ibridi da Nova Bus). Namur e Charleroi, in Belgio, hanno siglato all’inizio di quest’anno il più ampio ordine singolo per autobus ibridi elettrici (90 esemplari). La novità rivelata al summit Uitp è l’autobus LFSe realizzato da Nova Bus, un 12,2 metri totalmente elettrico pronto a entrare in servizio in tre esemplari proprio a Montreal. Il veicolo è dotato di pantografo al tetto per la ricarica rapida: 3-6 minuti di ricarica sono sufficienti per garantire un’operatività di 15 chilometri. Il sistema di ricarica è basato sullo standard universale OppCharge, sviluppato da Volvo insieme a Siemens ed Abb e compatibile con autobus elettrici di diversi costruttori. Montreal è stata scelta anche dall’altra controllata di Volvo, Prevost, per presentare l’intercity Prevost X3-45.

Voith guarda al cambio bus del futuro

Voith mette in campo le proprie soluzioni per il trasporto urbano, improntate all’efficienza e alla sostenibilità. A Montreal si è alzato il sipario americano sul suo studio relativo alla prossima generazione del cambio automatico Diwa per gli autobus. Il concetto, spiega l’azienda in una nota, si basa ancora sul principio del convertitore differenziale, ormai consolidato, e per l’occasione arricchito di un’unità centrale di recupero che non richiede spazio di installazione aggiuntivo. Il motore elettrico a 48 volt è integrato attorno all’ammortizzatore a vibrazioni. Di conseguenza, un’eventuale parziale ibridazione non necessità di ulteriori sistemi all’interno della driveline.

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Sustainable Bus Awards 2025: ecco chi sono i (14) finalisti

Per sapere chi saranno i tre vincitori dei Sustainable Bus Awards 2025 bisognerà aspettare la premiazione durtante la giornata inaugurale del FIAA di Madrid, in programma nella capitale spagnola dal 22 al 25 ottobre. Nel mentre però sono stati comunicati i 14 finalisti che si contenderanno gli ambit...