La transizione ecologica di Star Mobility fissa l’obiettivo: dal 2027 a Lodi ci sarà spazio e strada solo per autobus…elettrici. Diciannove nuovi e-bus per spostarsi in città con un ridotto impatt. ambientale. Questa la nuova sfida di Star Mobility, che dal 2027 avrà una flotta urbana full electric,

L’operazione “green” si è conclusa da poco e ha permesso di impiegare tutte le risorse assegnate dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e dal Mims con il fondo Pnsms al servizio urbano di trasporto pubblico del Comune di Lodi e soprattutto ha rispettato le scadenze dettate dal Pnrr.

La gara per gli e-bus e l’infrastruttura di ricarica

Alla fine di dicembre è stata definita l’assegnazione. Otokar Europe Sas fornirà 11 autobus elettrici modello Otokar E-Kent di tipologia urbano low floor lunghi 10,8 metri con una capienza massima di 75 passeggeri con batterie da 300 Kwatt e 3 autobus elettrici modello Otokar E/Kent ditipologia urbano low floor lunghi circa 12 metri con una capienza massima di 82 passeggeri con batterie da 449,30 kWh .

A questi si aggiungono 5 autobus elettrici modello Yutong E9 di tipologia urbano low entry lunghi 8,9 metri con una capienza massima di 62 passeggeri e batterie da 255,48 kWh forniti da Powerbus S.r.l. e Yutong France Sas

Insieme alle gare per l’acquisto degli autobus elettrici è stata completata anche quella per la realizzazione della stazione di ricarica per autobus elettrici a batteria che sorgerà a Lodi in località Cascina Polledra. Lo ha vinto l’azienda Eurosistemi Srl e l’impianto provvederà al rifornimento, al rimessaggio per circa 200 autobus e a tutti i servizi accessori connessi all’attività..

«Siamo orgogliosi di questo progetto che porterà la città di Lodi ad avere una flotta a zero emissioni full electric e di poter contribuire in maniera significativa e concreta all’innovazione e alla transizione energetica del Tpl nel nostro territorio – commenta l’amministratore delegato di Star Mobility Valentina Astori -. Siamo fieri di aver aggiudicato la gara nei tempi molto stringenti previsti dal Ministero e dei risultati sia in termini economici che di qualità delle offerte. E’ un risultato di un lavoro di squadra in cui ognuno ha svolto il proprio ruolo con impegno e senso di responsabilità. Insieme ai colleghi di Star Mobility e ai consulenti che ci hanno supportato, ringrazio, per la concreta e proficua collaborazione, gli amministratori comunali e la struttura insieme all’Agenzia del Tpl».

In primo piano

Mercato Europa, sono 31.020 i bus&coach immatricolati nel 2023 (+21%)

31.020 contro 25.657, +5.363 unità. Il mercato dell’autobus europeo, nel corso del 2023, è cresciuto del 20,90% rispetto al 2022 (dati Chatrou CME Solutions). Segno che dopo la brusca frenata d’arresto del Covid – con tanto di conseguenze da onda lunga – l ’ecosistema è vivo. Ed è vivo, vegeto e pie...

Articoli correlati

Industria Italia Autobus consegna 8 Citymood 12e a SUN Novara

In attesa di conoscere meglio il proprio destino societario, Industria Italiana Autobus continua a consegnare il suo Citymood 12e. Infatti, dopo aver fornito a fine dicembre i primi quattro elettrici di sempre ad ATVO (Azienda Trasporti Veneto Orientale), nei giorni scorsi è stata ultimata la conseg...