Solaris è stata selezionata tra i fornitori in un contratto per la consegna di un massimo di 550 autobus interurbani per l’Italia. A metà aprile il produttore ha infatti firmato un accordo quadro con la s.p.a. Consip, di proprietà del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF).

Solaris, bus interurbani per l’Italia: l’accordo

In base all’accordo quadro siglato con Consip, le società di tpl italiane potranno ordinare direttamente i veicoli o effettuare una gara d’appalto rivolta a fornitori selezionati. Solaris si è offerta di fornire per l’Italia autobus InterUrbino e Urbino 12 LE.

Solaris ha partecipato a due lotti di gara, che coprono la fornitura di un massimo di 550 autobus interurbani in totale. Il produttore è entrato nelle liste finali per entrambi i lotti. Gli accordi firmati dalla società si applicano alla consegna di un massimo di 300 autobus Solaris InterUrbino 12 e fino a 250 Solaris Urbino 12 LE in diverse località d’Italia. I veicoli verranno ordinati e selezionati attraverso gare nel corso dei prossimi due anni.

È un enorme riconoscimento per la nostra azienda essere stata selezionata come uno dei principali potenziali fornitori di un massimo di 550 autobus interurbani. I vettori potranno ordinare autobus in varie configurazioni entro i limiti stabiliti nell’accordo quadro. Mi auguro che, nel futuro immediato, più modelli Urbino LE e InterUrbino verranno utilizzati nel trasporto pubblico italiano per il trasporto di passeggeri. Tanto più che gli autobus interurbani da noi prodotti sono già conosciuti in tutta Italia“, ha commentato Petros Spinaris, Deputy CEO di Solaris Bus & Coach sp. z o.o. per vendite, marketing e post vendita.

I modelli per la fornitura

Entrambi i modelli di autobus di Solaris sono azionati da motori diesel che soddisfano i restrittivi standard sulle emissioni Euro 6. L’Urbino 12 LE e l’InterUrbino sono adattati al trasporto di passeggeri su rotte che vanno oltre la periferia della città.

Gli Urbino 12 a ingresso ribassato sono autobus suburbani che si distinguono per i loro interni confortevoli ed ergonomici. Grazie al loro design innovativo gli autobus sono leggeri, pur offrendo ampio spazio, porte più larghe e più alte e un comodo passaggio dalla parte a pianale ribassato di Urbino alla sua parte posteriore. Nella spaziosa parte posteriore del veicolo si trovano sei file di comodi sedili adatti a viaggi più lunghi.

L’InterUrbino, d’altra parte, è un nuovo tipo di autobus interurbano progettato per il trasporto sicuro e confortevole di passeggeri durante viaggi molto lunghi. All’interno degli autobus di 12 metri è stato previsto un vano sia per il bagaglio a mano (sugli scaffali sopra i sedili) che per il bagaglio da stiva (vani bagagli sotto il pianale dell’autobus).

In primo piano

Scania Citywide Lf Cng. Scoprilo in un video

Scania Citywide Lf Cng. Sostenibilità è il mantra del nostro presente e futuro. In un settore chiave come quello dei trasporti e del trasporto pubblico urbano, politica e industria stanno lavorando per una mobilità davvero sostenibile. Tra i player del settore che si stanno muovendo in questo solco ...

Articoli correlati

Tar respinge sospensiva concessione bus in Alto Adige

Il Tar di Bolzano ha respinto la richiesta di sospensiva della gara indetta dalla Provincia per l’affidamento della concessione per i servizi pubblici delle linee extraurbane di autobus. «Grazie a questa decisione la Provincia proseguirà con la stipula dei contratti per i dieci lotti con i nuo...

Mims: «Nel 2022 riforma del Tpl e codice contratti»

Nel corso del 2022 il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili «intende proporre una riforma del Traporto Pubblico Locale (Tpl), con un disegno di innovazione normativa che incida sul piano della regolazione, della governance, della modalità di ripartizione dei fondi statali e sul...

Tpl Veneto, Zaia: «Dalla regione 135 milioni per garantire servizio»

La Regione Veneto ha stanziato 135 milioni di euro per anticipare alle aziende di tpl le risorse necessarie allo svolgimento dei servizi ordinari di mobilità per i cittadini, in modo da sopperire con risorse regionali al ritardo nell’assegnazione degli stanziamenti del Fondo nazionale trasport...
Tpl