Consip ha attivato l’accordo quadro per i bus extraurbani. Sono stati attivati i lotti 1, 2, 3 e 4. Le amministrazioni avranno a disposizione 307 veicoli di diverse tipologie (autobus interurbani, da turismo, extraurbani medio-lunghi).

Consip, i dettagli dell’accordo quadro

L’Accordo Quadro, da regolamento, consente alle Amministrazioni Centrali dello Stato, agli enti locali e alle aziende di trasporto pubblico di selezionare il fornitore più idoneo alle proprie esigenze. Avviene tramite l’ausilio di un comparatore o rilanciando il confronto competitivo fra gli aggiudicatari con un appalto specifico.

I veicoli che partecipano alla gara presentano tutti un alto contenuto tecnologico, con soluzioni tecniche volte a migliorare la sicurezza attiva e passiva. Ad esempio, la resistenza del telaio agli agenti atmosferici, i consumi e gli impatti ambientali, il confort dei passeggeri e la capacità di trasporto.

Attraverso l’Accordo Quadro, Consip potrà dunque ricevere la fornitura, tramite appalto specifico, di autobus extraurbani con diverse caratteristiche in relazione a ciascun lotto (dimensioni, classe di omologazione, alimentazione, pianale, …).

La fornitura prevede i servizi di trasporto e consegna, garanzia per difetti di fabbricazione o mancanza di quantità promesse e buon funzionamento, rete di assistenza e fornitura di parti di ricambio.

Tra le opzioni di prodotto “standard”, Consip potrà disporre della scelta di colori di Istituto, scritte o bande adesive e la predisposizione di un kit trasporto disabili. In aggiunta, sono previsti servizi come l’addestramento del personale e il ritiro e rottamazione degli autobus usati in possesso della Pubblica Amministrazione.

Tra le opzioni di prodotto “specifiche”, la cui caratteristiche tecniche saranno precisate nella Richiesta di Offerta dalla singola Amministrazione sulla base di proprie esigenze, si conta la scelta dei dispostivi di bordo in uso per il TPL. È compreso inoltre il Servizio di Manutenzione Full Service.

In primo piano

Mercato Europa, sono 31.020 i bus&coach immatricolati nel 2023 (+21%)

31.020 contro 25.657, +5.363 unità. Il mercato dell’autobus europeo, nel corso del 2023, è cresciuto del 20,90% rispetto al 2022 (dati Chatrou CME Solutions). Segno che dopo la brusca frenata d’arresto del Covid – con tanto di conseguenze da onda lunga – l ’ecosistema è vivo. Ed è vivo, vegeto e pie...

Articoli correlati

Napoli, la gestione del tpl rimane in capo ad Anm

Il trasporto pubblico di Napoli rimane in gestione della municipalizzata Anm. Questo il risultato dell’incontro in prefettura al quale hanno preso parte Regione Campania, Comune di Napoli e sindacati. Quindi, niente più gara all’orizzonte per l’affidamento dei servizi tpl, come era...
Tpl

Dalla Lombardia 650 milioni di euro per il tpl regionale, 426 a Milano

Seicento cinquanta milioni di euro per il trasporto pubblico locale della Lombardia, di cui la fetta di maggioranza all’Agenzia Tpl di Milano (che comprende anche Monza-Brianza, Lodi e Pavia) È quanto prevede una delibera approvata, nella giornata del 20 febbraio, dalla giunta regionale su pro...
Tpl