Seta, nel corso del 2017 scatteranno investimenti per oltre 14 milioni di euro, 12,7 dei quali saranno destinati all’acquisto di nuovi mezzi. Intanto l’assemblea societaria ha approvato un aumento di capitale nell’ordine di 2 milioni di euro. Una cura vitaminica per farsi trovar pronto dalle gare. L’operatore di tpl di Modena, Piacenza e Reggio Emilia ha affidato l’annuncio delle novità a un comunicato stampa diramato nei giorni scorsi.

Seta chiude in positivo e investe

Il 2016 è stato il quarto anno consecutivo chiuso da Seta con bilancio in positivo. Tra le linee d’indirizzo individuate dal Consiglio d’amministrazione per il 2017 vi è la conferma degli impegni economici assunti per la manutenzione dei mezzi, per la sicurezza e per le tecnologie di supporto al servizio erogato, con una previsione di spesa di 5,4 milioni (in crescita del 7,4 per cento rispetto al 2016). Sono previsti investimenti nell’ordine di 14,3 milioni di euro: 12,7 milioni in nuovi mezzi e 1,6 in tecnologie di bordo e di terra. Inoltre, il costo del personale a terra aumenterà di circa 1,6 milioni: è il risultato dell’aumento dei dipendenti ma anche dell’entrata a regime del nuovo contratto nazionale di categoria. Il valore della produzione è stimato in 104,6 milioni di euro, stabile rispetto al 2016. Tuttavia, si legge nella nota diramata dagli uffici di Seta, questa invarianza si compone di una lieve flessione rispetto al 2016 dei corrispettivi dei contratti di servizio stipulati con le Agenzie (-150mila euro) e di maggiori entrate proprie (+203mila euro), con mantenimento del trend di vendita di biglietti ed abbonamenti registrato negli ultimi dodici mesi.

Aumento di capitale finanziato dalle risorse accantonate

L’assemblea di Seta ha inoltre approvato all’unanimità la proposta del Cda volta all’aumento del capitale sociale dell’azienda, che viene così riportato ai valori fissati all’atto della costituzione della società. Si passa dagli attuali 11.997.658,56 a 13.997.268,32 euro. Il rafforzamento patrimoniale non comporta esborsi per i soci, ma sarà “alimentata” dalle risorse straordinarie accantonate durante gli esercizi precedenti. «L’aumento di capitale a titolo gratuito per i soci rappresenta un ulteriore risultato positivo per Seta, perché ne rafforza la situazione patrimoniale e mantiene in azienda importanti risorse ai fini della gestione economico-finanziaria – il commento del presidente di Seta Vanni Bulgarelli -. Inoltre, i nostri soci vedono incrementato il valore patrimoniale delle azioni possedute, che passano da una quota unitaria di 0,24 a 0,28 euro ciascuna».

Gare in vista

L’aumento di capitale vuole giocare d’anticipo sulle gare che attendono Seta al varco. Lo ha sottolineato lo stesso Bulgarelli: «L’azienda si presenta quindi con i conti in ordine ed una situazione patrimoniale compiutamente risanata alle importanti sfide che l’attendono, in primo luogo le gare per l’affidamento del servizio, il cui avvio nei tre bacini da noi serviti di Modena, Reggio Emilia e Piacenza è ormai prossimo e dalle quali dipende il futuro di Seta. Questa decisione unanime dell’assemblea dei soci rappresenta anche la conferma degli obiettivi fissati dal Piano Industriale, e si pone in continuità con gli impegni economico-finanziari individuati dal Consiglio di Amministrazione con il documento di previsione per il 2017, recentemente approvato».

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Autolinee Toscane, un nuovo bus ogni 2 giorni

Un bus ogni due giorni da ora a fine 2024, e poi il grande balzo che vedrà due bus nuovi ogni giorno (festivi e domeniche compresi) sulle strade della Toscana per garantire un servizio di trasporto pubblico locale sempre più efficace, efficiente e sostenibile sia dal punto di vista ambientale che so...

Riviera Trasporti, niente gestione in-house del tpl di Imperia

“Non ci sono le condizioni per l’affidamento in house, devono essere garantite efficienza ed economicità, che mancano nel piano industriale presentato da Riviera Trasporti“. Così il presidente della Provincia Claudio Scajola, ha aperto il getto di una doccia gelata all’operatore ci...
Tpl