Per aiutare i propri clienti e accompagnarli passo dopo passo nella transizione all’elettrico, Scania ha annunciato di aver costituito Erinion, una società specializzata in sistemi di ricarica private e semipubbliche. Questa mossa strategica vedrà l’installazione di 40.000 nuovi punti di ricarica presso i clienti e rafforzerà l’offerta di e-Mobility del Gruppo svedese.

Inizialmente, la nuova società sarà presente sul mercato in Svezia, Norvegia, Regno Unito, Paesi Bassi, Francia e Germania. A tempo debito seguirà una diffusione globale. L’approccio “brand-agnostic” garantisce che le aziende di tutti i tipi, indipendentemente dalla marca del veicolo, possano beneficiare dell’infrastruttura di ricarica e dei servizi operativi di Erinion. Entro il 2030, si prevede che sulle strade europee circoleranno 230.000 truck elettrici (dati Acea) e 11.000 e-bus (secondo UITP). Per sostenere questa crescita, Erinion prevede di installare almeno 40.000 punti di ricarica presso i clienti fino al 2030. 

Scania dà alla luce Erinion

La nuova società, Erinion, è stata fondata da Scania per fornire soluzioni per la ricarica di depositi e destinazioni destinazioni, con l’obiettivo di accelerare l’adozione dei camion elettrici e autobus, perseguendo il fine di un sistema di trasporto sostenibile. Le soluzioni di Erinion consentiranno ai clienti di passare senza problemi a flotte a emissioni zero con tempi di attività ottimali. Questo sarà un fattore chiave per soddisfare l’ambizione dichiarata da Scania di rendere elettrico il 50% del suo volume di vendite in Europa entro il 2030

Ricarica dei depositi e delle destinazioni

Gli studi di settore suggeriscono che la ricarica dei depositi sarà la principale fonte di energia per le operazioni a breve e lungo raggio. A complemento delle reti di ricarica pubbliche, la ricarica per deposito e destinazione offre un’infrastruttura di ricarica dedicata presso il deposito del cliente o in altri luoghi predefiniti. I vantaggi sono molteplici: orari di ricarica prevedibili che assicurano la ricarica completa dei veicoli, maggiore operatività e, in ultima analisi, massima efficienza operativa e risparmio economico grazie a costi energetici prevedibili e stabili che si adattano alle attività specifiche di ciascun cliente.  

Fornendo costi energetici prevedibili e soluzioni su misura per le attività di ciascun cliente, la ricarica dei depositi e delle destinazioni consente anche di ottimizzare i livelli di potenza e i programmi di ricarica, migliorando la durata della batteria e l’efficienza complessiva del veicolo. Inoltre, poiché la ricarica dei depositi avviene spesso in orari non di punta, ciò significa tariffe elettriche più basse e controllate, mentre la ricarica a destinazione può avvenire su base opportunistica mentre l’autista sta riposando o consegnando merci.  

La ricerca di Scania, convalidata da programmi pilota con i clienti, rivela il potenziale di significativi risparmi sui costi con le soluzioni di ricarica avanzate. I clienti possono aspettarsi una riduzione degli investimenti fino al 50% e risparmi operativi fino a 15.000 euro all’anno per autocarro.

Soluzioni personalizzate 

Oggi la ricarica dei depositi sta diventando sempre più avanzata. Non si tratta solo di fornire caricabatterie, connessioni alla rete e gestire l’installazione. Con la nuova società, i clienti del settore trasporti di Scania potranno usufruire di software e hardware integrati avanzati, nonché di servizi operativi e di assistenza. Le soluzioni modulari e costruite ad hoc possono essere offerte come modello standard di rivendita o come modello di prezzo ibrido-flessibile che consente ai clienti di combinare acconti, leasing finanziari e canoni variabili per l’assistenza e la manutenzione. 

Con la nostra soluzione, i clienti sono tranquilli e possono concentrarsi sul loro core business, mentre un’unità di ricarica specializzata si occupa dell’hardware, del software, del finanziamento e dei servizi operativi necessari per gestire la ricarica su scala con una qualità e un’efficienza dei costi superiori”, spiega Jonas Hernlund, Responsabile Energia e Infrastrutture del Gruppo Scania

Nella transizione, il sistema di trasporto sarà ridefinito. La nostra nuova società di soluzioni di ricarica per i depositi è un ottimo esempio di iniziativa che svolgerà un ruolo importante per i nostri clienti nel futuro ecosistema dei trasporti durante la transizione verso i trasporti elettrici”, afferma Gustaf Sundell, Executive Vice President e Head of Ventures and New Business di Scania Group.

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Un Grifone in volo da cinquant’anni: Scania Italia, auguri!

Altri cinquanta di questi giorni: Scania Italia spegne cinquanta candeline. L’immatricolazione dei veicoli industriali del marchio Scania in Italia inizia nel 1974. Da allora, tecnologie, strutture e persone hanno contribuito ad affermare il Grifone, riconosciuto come simbolo di soluzioni all’avangu...

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...