A Reggio Calabria è stato presentato un nuovo progetto per la metropolitana di superficie. Si è infatti tenuto nella sede del Consiglio regionale l’incontro tra la Regione e il Comune di Reggio sul progetto per l’utilizzo dei fondi legati al “Patto per lo sviluppo della Calabria” di Mobilità sostenibile.

Reggio Calabria, la presentazione del progetto per la metropolitana e la mobilità locale

All’incontro, secondo quanto riferisce un comunicato, hanno preso parte l’assessore alle Infrastrutture Domenica Catalfamo, il sindaco di Reggio Giuseppe Falcomatà, i dirigenti regionali Domenico Pallaria e Giuseppe Iiritano, per Artcal Tiziana Corallini e Francesco Cribari; l’assessore alla Mobilità di Reggio Mariangela Cama, il direttore generale dell’ente Demetrio Barreca, il dirigente del settore Lavori pubblici Demetrio Beatino e, per Trenitalia, il direttore regionale Domenico Scida. Presenti anche i referenti di Cassa Depositi e prestiti in qualità di consulenti del Comune di Reggio.

Il confronto – è scritto in una nota dell’assessorato alle Infrastrutture – nasce dall’esigenza di superare le criticità dovute all’imminente definanziamento del progetto di 100 milioni di euro sul progetto di mobilità sostenibile, inficiato dai ritardi sulla presentazione del documento e dall’assenza dei parametri tecnici necessari per accedere ai fondi. Le significative criticita’ sono rappresentate non solo dai contenuti tecnici, ma anche dai termini finanziari, considerando che l’importo finanziato risulta sovradimensionamento rispetto alla soluzione proposta dal Comune“.

Il nuovo progetto

L’ultima proposta – riporta il comunicato – , inerente alla realizzazione di un sistema (Brt) mediante l’utilizzo di autobus elettrici da far transitare su corsie dedicate ma nell’ambito della viabilità già esistente, si discosta da quella finanziata che prevedeva la realizzazione di un sistema in sede fissa a guida vincolata, e, pertanto, molto più complesso e con un impatto economico di gran lunga superiore, per uno sviluppo di circa 6,5 km. L’assessore regionale ai Trasporti e alle Infrastrutture, Domenica Catalfamo , ha individuato una soluzione tecnica da sottoporre al Comune di Reggio Calabria perchè il territorio metropolitano possa fruire di un servizio atto a soddisfare le esigenze di mobilità, coerente con gli obiettivi del finanziamento originario. La proposta presentata dalla Regione prevede l’implementazione di un progetto integrato per il sistema dei trasporti dell’area metropolitana di Reggio Calabria da attuarsi mediante due azioni specifiche”.

“La prima azione – aggiunge la nota – riguarda il potenziamento dell’offerta dei servizi di trasporto ferroviario passeggeri nell’area metropolitana Villa San Giovanni-Reggio Calabria-Melito Porto Salvo, integrato con i sistemi di trasporto urbani. Tale azione si sostanzia attraverso l’offerta, da parte del servizio passeggeri di Trenitalia di 48 collegamenti giorno/medio/feriale con treni di nuova generazione lungo la linea ferroviaria compresa tra Melito di Porto Salvo e Villa San Giovanni con 16 fermate complessive, di cui 13 fermate nella sola cittaà di Reggio. La seconda azione del progetto integrato attiene, invece, al potenziamento e alla riqualificazione dei sistemi di trasporto collettivo a scala urbana”.

“Il progetto integrato proposto dalla Regione Calabria – prosegue il comunicato – consentirà agli utenti di fruire di una metropolitana di superficie con elevato comfort di viaggio e collegamento integrato con i principali nodi urbani (Cedir, Universita’, ospedali, Centro storico, etc.) e con i nodi del sistema di trasporto principale (porto, aeroporto, stazioni ferroviarie). In caso di accoglimento e piena condivisione della proposta da parte dei comuni coinvolti i primi servizi di metropolitana a Reggio Calabria potrebbero partire gia’ dal dicembre 2021″.

“L’assessore Catalfamo – aggiunge la nota – rinnova il proprio impegno affinché le ingenti somme non vengano definanziate ma utilizzate efficacemente consentendo la realizzazione nel più breve tempo possibile di un servizio concreto agli utenti dell’area metropolitana. Condiviso il progetto con il Comune di Reggio, destinatario del finanziamento originario, nei prossimi incontri la proposta di intervento verrà illustrata a tutti i Comuni e alle varie istituzioni e associazioni di categoria interessati“.

In primo piano

Articoli correlati

Tpl Fvg e Trieste Trasporti lanciano il servizio del bus a chiamata

Un “nuovo” e più veloce collegamento tra Trieste e le località più periferiche dell’altopiano del Carso, in particolare il versante Est. Già, perché Tpl Fvg e Trieste Trasporti sono in procinto di lanciare – da lunedì 23 maggio – il nuovo servizio sperimentale di trasporto a chiamata. Il bus a chiam...
Tpl

23 nuovi autobus ibridi Mercedes per Autoguidovie

Entreranno a breve in servizio, operando nell’area Monza-Brianza e Milano Sud-Est. Autoguidovie taglia le emissioni – stimando un risparmio di CO2 pari a 50t l’anno, che equivalgono alla capacità di assorbimento di 12000 alberi in ambito urbano – e presenta in piazza Roma a Monza i nuovi autobus del...

Tpl Sardegna, sette milioni di euro per pensiline e aree di fermata

La Giunta regionale della Sardegna, con una delibera approvata nelle ultime ore su proposta dall’assessore dei Trasporti, Giorgio Todde, ha stanziato 7 milioni di euro per la realizzazione e il potenziamento delle pensiline e delle aree di fermata degli autobus del servizio di tpl su gomma sul...
Tpl

Atac e Club Italia lanciano il progetto MaaS a Roma

Uscire di casa e arrivare a destinazione grazie a un percorso integrato intelligente, economico e che fa bene all’ambiente. E, ancora, far crescere la quota modale del trasporto pubblico diminuendo il numero delle auto in città. È questo l’obbiettivo del Mobility as a Service (MaaS), una...