Lo sviluppo delle infrastrutture nel nostro paese e la gestione della mobilità nelle aree metropolitane: due giorni di incontri e dibattiti organizzati da Assolombarda e Camera di commercio di milano. A pochi mesi da expo. Pochi mesi dall’inizio dell’Expo e la partenza, appena avvenuta, del governo delle città metropolitane: due realtà per le quali la gestione della mobilità diventa un fattore chiave. È in questo contesto temporale che si svolge la dodicesima edizione della Mobility Conference 2015 (MCE), e sono questi i temi chiave della manifestazione (9 febbraio 2015). L’altra questione che s’impone con urgenza, e che pure viene discussa nella MCE, è quella delle connessioni aeree che possano collegare Milano e la Lombardia con il mondo, nel contesto di un sistema aeroportuale razionale ed efficiente. Infine, la Mobility Conference 2015 dà spazio alle opportunità: quelle che derivano dall’innovazione messa in campo dalle imprese nell’offerta di prodotti, servizi e soluzioni per la mobilità intelligente e per la costruzione delle città del futuro. Il confronto tra imprese, istituzioni, esperti economici e stakeholder costituisce l’occasione per far emergere criticità, possibili soluzioni di intervento, nuove idee e, questo è l’intento, impegni precisi da parte dei policy maker. La MCE 2015 è anche l’occasione per presentare pubblicamente il dodicesimo Rapporto annuale dell’Osservatorio Territoriale Infrastrutture (OTI) Nordovest, realizzato da Assolombarda, Confindustria Genova e Unione Industriale di Torino sullo stato di avanzamento delle opere prioritarie per il sistema infrastrutturale e logistico del Nordovest. Uno strumento di lavoro utile per fare il punto su cosa è stato fatto e su cosa resta da fare in termini di nuove infrastrutture e di risoluzione delle criticità che ne frenano lo sviluppo.

Quando: 9 febbraio 2015

Dove: Milano, sede Assolombarda – Auditorium – Via Pantano 9

In primo piano

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Sustainable Bus Awards 2025: ecco chi sono i (14) finalisti

Per sapere chi saranno i tre vincitori dei Sustainable Bus Awards 2025 bisognerà aspettare la premiazione durtante la giornata inaugurale del FIAA di Madrid, in programma nella capitale spagnola dal 22 al 25 ottobre. Nel mentre però sono stati comunicati i 14 finalisti che si contenderanno gli ambit...