I sindacati e il Comune di Milano hanno un punto di vista assai diverso riguardo la prossima gara per il trasporto pubblico locale. L’ultimo incontro tra le parti, svoltosi nei giorni scorsi, ha evidenziato la divergenza di vedute: il Comune vorrebbe andare a gara con due lotti, uno per il tpl e l’altro per i servizi connessi (car sharing, bike sharing e parcheggi). I sindacati vogliono il lotto unico.

Un nuovo incontro il 2 marzo

Il primo incontro del tavolo di confronto si è svolto questa settimana, come si legge sul “Corriere della sera”. Gli assessori alla mobilità e al personale, rispettivamente Marco Granelli e Cristina Tajani, hanno discusso coi rappresentanti dei lavoratori riguardo la proroga del contratto di servizio del trasporto pubblico. Tra gli argomenti dell’incontro anche le gare in programma per il 2018. Le opposte vedute hanno fatto sì che le due parti calendarizzassero un nuovo appuntamento al 2 marzo, dove tentare di sbrogliare la matassa. Il fulcro del problema sta tutto sull’opportunità o meno di una gara unica per il servizio di trasporto pubblico e i servizi che gli orbitano attorno.

I lavoratori: «Lo spezzatino abbassa qualità»

«Chiediamo la gara unica per tutti i servizi della mobilità – hanno fatto sapere i rappresentanti dei sindacati -. Il gestore unico garantisce meglio qualità del servizio e futuro dei lavoratori. La nostra preoccupazione è che uno spezzatino dei servizi possa incidere negativamente sulla qualità». I lavoratori temono che una divisione per sfere di attività possa peggiorare le loro condizioni. I sindacati infatti chiedono, naturalmente, il «mantenimento di tutti i posti e dell’attuale reddito del lavoratori». E il Comune? Secondo Granelli il doppio lotto garantirebbe maggiore competitività e qualità dei servizi. Non resta che aspettare per vedere se le due parti troveranno un accordo sulle prospettive di gara. Sul futuro, come se non bastasse, aleggia lo spettro della fusione tra Atm e Trenord

In primo piano

Quando il biglietto è intelligente è Pratic(k)o

Il gioco di parole è servito su un piatto d’argento. Un software in cloud per la gestione della bigliettazione digitale per il trasporto pubblico e privato: una soluzione pratica, o meglio, in un sola parola…Praticko. Stiamo parlando del progetto della software house e system integrator ...

Articoli correlati

Téléo, nasce a Tolosa la più estesa cabinovia urbana d’Europa

Scavalca una collina, oltrepassa la tangenziale e il fiume Garonna, collega l’università Paul-Sabatier all’istituto di ricerca Oncopole, attraverso il centro ospedaliero di Rangueil, il tutto trasportando ottomila viaggiatori al giorno. A percorrere lo stesso tratto di tre chilometri, un...
Tpl

Veneto, ecco Garda Link: treno più bus da Verona al Lago

Un unico biglietto, acquistabile dal portale di Trenitalia, consente di arrivare in treno alla stazione di Verona Porta Nuova e salire su uno degli autobus dell’azienda veronese Atv che ogni trenta minuti effettuano i collegamenti giornalieri con tutte le località turistiche della sponda orien...

Air Campania, la vendita dei biglietti ora anche nei centri Puntolis

Grazie all’accordo tra Unicocampania, Servizi in Rete 2001 srl e Air Campania arriva in tutte le tabaccherie Puntolis una nuova modalità di acquisto dei titoli di viaggio per il trasporto pubblico locale. Parte il 22 giugno, in via sperimentale sulle linee dell’operatore regionale campan...
Tpl