“Pronto per il lancio”. Con queste parole Daimler descrive il processo di sviluppo del Mercedes eCitaro G, l’autobus elettrico a batteria articolato con la Stella sulla calandra. Un mezzo che si distinguerà per essere il primo e-bus da 18 metri dotato (opzionalmente) delle cosiddette batterie a stato solido.

L’aggiornamento sull’e-bus articolato Mercedes arriva poche ore dopo la diffusione delle primissime immagini di MAN Lion’s City 18 E. L’eCitaro G sarà disponibile entro la fine del 2020.

mercedes ecitaro articolato

Batterie a stato solido sull’eCitaro articolato

Il nuovo autobus elettrico articolato eCitaro G, sostiene Daimler, è il primo autobus urbano di produzione di serie della sua categoria, in tutto il mondo, equipaggiato con batterie a stato solido.

Un tipo di tecnologia finora utilizzata sul Bolloré Bluebus. Le batterie a stato solido “hanno una densità di energia molto elevata. Circa il 25% maggiore rispetto alla prossima generazione di batterie tradizionali agli ioni di litio – afferma Daimler.

Il risultato è un impressionante contenuto energetico di 441 kWh per il nuovo eCitaro G.

Questa tecnologia di batterie è inoltre priva dell’elemento chimico cobalto e quindi particolarmente rispettosa dell’ambiente nella produzione dei componenti”.

mercedes ecitaro articolato

La garanzia sulle batterie a stato solido del Mercedes eCitaro articolato

Acquistando un eCitaro con batterie a stato solido, si avrà in aggiunta come standard una garanzia di base per la batteria ad alta tensione fino a 10 anni o fino a 280 MWh di energia.

Poiché le batterie a stato solido hanno limiti nella loro capacità di carica rapida, Mercedes offre in alternativa una nuova generazione delle batterie NMC, usate in precedenza. Queste, hanno una capacità notevolmente maggiore, che significa una maggiore autonomia del veicolo.

Con una capacità di circa 33 kWh invece di 24 kWh per gruppo di batterie e il numero massimo di gruppi montati, la capacità totale ammonta a 396 kWh. In termini di geometria, le nuove batterie NMC a forma di prisma sono identiche alle batterie attualmente in uso e hanno gli stessi collegamenti. Ciò significa che gli operatori di trasporto che utilizzano l’attuale eCitaro potranno effettivamente aumentare l’autonomia dei loro veicoli passando alle nuove batterie.

In primo piano

Mercato Europa, sono 31.020 i bus&coach immatricolati nel 2023 (+21%)

31.020 contro 25.657, +5.363 unità. Il mercato dell’autobus europeo, nel corso del 2023, è cresciuto del 20,90% rispetto al 2022 (dati Chatrou CME Solutions). Segno che dopo la brusca frenata d’arresto del Covid – con tanto di conseguenze da onda lunga – l ’ecosistema è vivo. Ed è vivo, vegeto e pie...

Articoli correlati

Asf Autolinee presenta i primi due elettrici targati BYD

La svolta elettrica di Asf Autolinee. Nella mattinata di oggi (martedì 20 febbraio, ndr) al Tempio Voltiano di Como – e non poteva esserci location più azzeccata, visto che è stato il genio di Alessandro Volta a inventare la pila – sono stati presenti i primi due autobus elettrici della ...

Cinque Iveco Bus E-Way per ASM Taormina

Una nuova consegna, tutta elettrica, per Iveco Bus, che ha fornito cinque E-Way ad ASM Taormina. Con una lunghezza di 9,5 metri, gli E-Way sono in grado di trasportare fino a 65 passeggeri, con 17 posti a sedere e 48 in piedi. Gli autobus presentano un’autonomia giornaliera di 420 chilometri e...

Sei autobus elettrici per il tpl di Campobasso

Ci siamo…quasi. Nei prossimi giorni entreranno in servizio per le strade di Campobasso sei nuovi autobus elettrici. Gli e-bus, da quanto riportato dall’Ansa, sono stati acquistati dal capoluogo del Molise grazie alle risorse messe in campo dal Piano Nazionale di ripresa e resilienza per ...