Presentato il partner tecnologico per gli autobus autonomi: MAN ha avviato una collaborazione con Mobileye, società di proprietà di Intel. Dopo che il produttore ha recentemente annunciato progetti e sviluppi sul tema, mancava un pezzo del puzzle: il nome dello specialista di tecnologia driverless che lavorerà con MAN in questa impresa.

Ora il produttore ha annunciato la collaborazione con Mobileye: il primo obiettivo comune consiste nell’avviare il funzionamento pilota del primo autobus urbano automatizzato con conducente di sicurezza a partire dal 2025, nell’ambito del progetto di ricerca MINGA appena annunciato a Monaco.

Potrebbe interessarti

In seguito, MAN Truck & Bus sta pianificando ulteriori prove pilota nell’uso effettivo da parte dei clienti e, in prospettiva, la produzione in serie completa entro la fine del decennio. Il fatto che la Germania sia stato il primo Paese al mondo a creare il quadro normativo per la guida autonoma è un vantaggio decisivo in questo senso, afferma il gruppo.

MAN – Mobileye: focus sugli autobus autonomi

Secondo gli studi di MAN, il TCO scenderà del 50% con gli autobus autonomi: inutile dire da dove arriveranno i risparmi.
Michael Roth, Head of Product Strategy Bus di MAN Truck & Bus, a febbraio ha parlato del futuro degli autobus autonomi e delle sfide legate all’implementazione di questa tecnologia alla conferenza VDV e alla fiera ElekBu di Berlino.

Con Mobileye Drive, l’esperto di veicoli autonomi ha sviluppato un sistema di guida autonoma chiavi in mano, pronto per un uso commerciale scalabile e dotato di un sofisticato sistema di sensori. Inoltre, è caratterizzato dalla “safety by design” e dall’uso di mappe AV altamente scalabili. Mobileye fornirà il sistema intelligente di guida automatizzata (ADS) Mobileye Drive lungo la roadmap prevista, afferma MAN. Nel frattempo, MAN creerà l’architettura del veicolo necessaria per soddisfare i requisiti di automazione degli autobus.

MAN si affida a Mobileye

Il primo autobus MAN automatizzato del tipo Lion’s City E sarà utilizzato nel traffico cittadino di Monaco di Baviera già a partire dal 2025, accompagnato da un autista di sicurezza. Sarà utilizzato sulla linea 144 che attraversa il Parco Olimpico, caratterizzato da turismo e tempo libero, nell’ambito del progetto di ricerca MINGA. Nell’ambito del progetto, guidato dal Dipartimento per la Mobilità (Mobilitätsreferat) della Città di Monaco e finanziato dal Ministero Federale per il Digitale e i Trasporti (BMDV), la MAN e numerosi altri partner del progetto provenienti dall’industria, dalla scienza, dall’amministrazione e dalle associazioni stanno lavorando, tra l’altro, sull’integrazione dei veicoli automatizzati nell’ecosistema di mobilità esistente.

“Il fatto che la mobilità urbana degli autobus in futuro non sarà solo a zero emissioni e connessa, ma anche automatizzata, non è una questione generale, ma solo una questione di tempo”, afferma Barbaros Oktay, responsabile del settore autobus di MAN Truck & Bus. “MAN Truck & Bus si è quindi posizionata strategicamente attraverso la cooperazione con Mobileye in modo da poter fissare insieme le pietre miliari decisive nel nostro ulteriore percorso verso l’automazione dell’autobus urbano” ha aggiunto.

“Siamo entusiasti della futura collaborazione con MAN Truck & Bus. Abbiamo a cuore le soluzioni di mobilità sostenibile sia nel settore privato che in quello pubblico e vediamo le tecnologie dei veicoli autonomi come un importante contributo per rendere il trasporto pubblico più sicuro, più efficiente e più accessibile. MAN Truck & Bus e Mobileye condividono una chiara visione della mobilità autonoma del futuro, che viene sottolineata da questa collaborazione”, afferma Johann Jungwirth, Senior Vice President, Autonomous Vehicles di Mobileye.

In primo piano

Mercato Europa, sono 31.020 i bus&coach immatricolati nel 2023 (+21%)

31.020 contro 25.657, +5.363 unità. Il mercato dell’autobus europeo, nel corso del 2023, è cresciuto del 20,90% rispetto al 2022 (dati Chatrou CME Solutions). Segno che dopo la brusca frenata d’arresto del Covid – con tanto di conseguenze da onda lunga – l ’ecosistema è vivo. Ed è vivo, vegeto e pie...

Articoli correlati

Federtrasporto, al via i tavoli sulle criticità del comparto

«Le avversità che stanno colpendo il settore dei trasporti e della logistica devono essere lo stimolo per trovare al più presto delle soluzioni vincenti», così Paolo Colombo, presidente di Federtrasporto, lancia l’apertura dei tavoli della federazione nazionale dei sistemi e delle modalità di ...

Daimler Buses, 11 Mercedes Benz Citaro K Compact Hybrid per Bari

Undici Stelle ibride per il trasporto pubblico locale di Bari. Dopo la consegna risalente al settembre 2020, Amtab (Azienda Mobilità e Trasporti Autofiloviari di Bari) ha scelto ancora una volta Daimler Buses, aggiungendo 11 Citaro K Compact Hybrid per proseguire nel piano di rinnovamento della flot...