La piattaforma di geopodcasting Loquis e l’operatore della mobilità FlixBus hanno siglato un accordo per promuovere il turismo. Con la collaborazione, le due aziende uniscono le forze per valorizzare il patrimonio paesaggistico, culturale ed enogastronomico nazionale, e offrire così a chiunque un’esperienza di viaggio ancora più ricca.

Loquis e FlixBus, la collaborazione per promuovere il turismo

Da oggi, grazie a Loquis, i passeggeri di FlixBus potranno accedere a una playlist dedicata di oltre 300 podcast, che li accompagneranno per ben 1.300 km con storie e aneddoti sui territori attraversati in viaggio. Per ascoltarli, basterà scansionare un QR-code disponibile su tratte selezionate: tramite la geolocalizzazione, Loquis indicherà tutti i podcast sui luoghi che si trovano nelle vicinanze.

Chi viaggia con FlixBus potrà così arricchire e rendere più immersiva la propria esperienza di viaggio, e acquisire nuovi stimoli per approfondire la conoscenza del territorio grazie a un ricco ventaglio di proposte, fra monumenti e luoghi della cultura, aneddoti locali, location di film, abitazioni di personaggi famosi, street art, leggende e misteri, locali di tendenza, tour enogastronomici e borghi fantastici.

Nella playlist, infatti, si passa dalle grandi città italiane come Roma, Milano, Napoli e Torino, raccontate, però, da prospettive diverse, ai piccoli gioielli sconosciuti dello Stivale, come Bettolle, in Valdichiana, o Luzzi, nel Cosentino, passando per siti storici di fama globale, come gli scavi di Pompei, e meno noti, come Palazzo d’Avalos a Vasto, e luoghi del mistero, come la Taverna degli Alabardieri di Genova.

Sostegno al settore turistico, con un occhio all’ambiente

Con questa collaborazione, FlixBus e Loquis intendono guidare i passeggeri alla scoperta di luoghi poco conosciuti, centri cosiddetti minori e territori meno battuti, non contemplati dal turismo di massa. Un obiettivo che risponde, innanzitutto, al desiderio di valorizzare il patrimonio nazionale, supportando attivamente il settore turistico in una fase delicata come quella attuale.

Inoltre, invitando i viaggiatori a percorrere itinerari nuovi, FlixBus e Loquis intendono contribuire alla deconcentrazione dei flussi turistici, incoraggiando un approccio al viaggio più sostenibile.

Nell’ottica di un’efficace promozione e valorizzazione del territorio, le competenze tecnologiche di FlixBus e Loquis rivestono una funzione cruciale. Da un lato, FlixBus è in grado di adattare con facilità la propria rete alle esigenze dei passeggeri per mezzo di un sistema di pianificazione intelligente, garantendo un servizio efficiente anche a chi risiede in territori tradizionalmente meno collegati. Analogamente, grazie a un servizio interamente digitale e a una tecnologia intuitiva, Loquis offre a tutti la possibilità di accedere facilmente a un’ampia selezione di storie e di racconti sul territorio. Sono più di 120.000 i racconti pubblicati e oltre 200.000 le persone che hanno utilizzato Loquis, scaricando l’applicazione gratuita per smartphone e accedendo al sito. Su Loquis sono presenti canali creati dal Ministero del Turismo, da numerosi comuni e regioni, consorzi turistici, editori, guide, associazioni, radio, personaggi famosi e viaggiatori appassionati. La playlist realizzata da Loquis per i passeggeri di FlixBus è consultabile qui.

In primo piano

Indcar Mobi, l’urbano a gas ha un’autonomia al top

Quello della transizione energetica è il tema centrale su cui ruotano presente e futuro del settore del trasporto pubblico, e non solo. La graduale messa al bando delle soluzioni diesel apre infatti a nuovi scenari. E se le soluzioni elettriche non hanno ancora fatto breccia, le motorizzazioni a gas...

VDL Italia: nuovo team commerciale e la ripartenza del turismo

La tempesta Covid, il focus sulla sicurezza, le iniziative per i clienti travolti dalla crisi. E ora, il mercato che riparte e i Classe III che tornano finalmente a solcare le autostrade del Belpaese. VDL Italia si presenta al rilancio del mercato turistico forte di una gamma che ha già dimostrato i...

Giorgio Zino, presente e futuro di Iveco Bus

Post pandemia, investimenti e sguardo al domani. La transizione elettrica? Ha frenato, ma sta ripartendo. La produzione? È tornata a livelli pre Covid. Abbiamo incontrato Giorgio Zino, Business Director Italy and Greece Iveco Bus che ci ha tratteggiato il presente e il futuro del gruppo. Giorgio Zin...

Cloud-based e multicanale. La bigliettazione secondo Praticko

Le nuove tecnologie sono la principale chiave per migliorare la competitività e uscire dalla crisi. Al centro dei cambiamenti c’è il Cloud, considerato come lo strumento abilitante per eccellenza per progetti di digital transformation che, per propria natura, necessitano di praticità, flessibilità e...

Articoli correlati

Tpl, 600 milioni per i servizi aggiuntivi

Il Tpl sotto la lente del Ministro Giovannini. “Il primo messaggio da sottolineare è che lo Stato, a cui compete il finanziamento del Rpl (trasporto pubblico locale), ma non la gestione che spetta alle regioni, ha stanziato per la seconda parte dell’anno 600 milioni di euro per servizi aggiunt...