Lo SmartBUS arriva a Torino. Pneumatici Prometeon per l’elettrico di E-CO Hev

Lo SmartBUS approda a Torino e Prometeon continua a scommettere sulle zero emissioni. L’azienda di pneumatici partecipa al programma di sperimentazione di SmartBUS al fianco di E-CO Hev, lo spin-off del Politecnico di Milano attivo nello sviluppo di sistemi innovativi di elettromobilità per la diffusione della mobilità sostenibile.

smarbus

Lo SmartBUS sbarca a Torino

Dopo la collaborazione dello scorso anno a La Spezia, il programma di sperimentazione continua con la messa in strada e circolazione dello SmartBUS nella città di Torino a partire dal 1 marzo, in accordo con Gtt per un periodo di 3 mesi seguendo il percorso della Linea 19 con la stazione di ricarica in Via Cavalli (Palazzo Giustizia).

Pneumatici per bus elettrici sullo SmartBUS

L’autobus elettrico sarà equipaggiato con i nuovi pneumatici a marchio PIRELLI MC: 01TM e-URBAN sviluppati da Prometeon per il trasporto elettrico nella misura 275/70 R 22,5, un pneumatico che coniuga alto chilometraggio ed elevata silenziosità con un ridotto consumo carburante, in linea con le esigenze del trasporto urbano sostenibile.

“Prometeon è sempre più coinvolta nella ricerca di soluzioni tecnologiche che minimizzino l’impatto ambientale attraverso prodotti sempre più performanti e allo stesso tempo più sostenibili, sia in termini di sicurezza che nel rispetto dell’ambiente”, ha dichiarato Gregorio Borgo, Chief Operating Officer di Prometeon Tyre Group.

Niente batterie sullo SmartBUS

Il Presidente della Eco-Hev, Paolo Bernardini, ha dichiarato: “Siamo molto lieti di proseguire la collaborazione con Prometeon al progetto SmartBUS. Dopo il successo di ATC La Spezia, anche Gtt Torino accorda fiducia al nostro concetto di mobilità elettrica intelligente. SmartBUS, oltre ad essere sicuro, confortevole, affidabile e conveniente, possiede caratteristiche vantaggiose sia sotto il profilo ambientale che sociale. La sua peculiarità sta nella ricarica veloce senza dover richiedere imponenti infrastrutture in deposito, ma semplici stazioni ai capolinea e senza alcun degrado del sistema di accumulo perché utilizza l’innovativo Ultracondensatore con diverse capacità di autonomia, in grado di rispondere a tutte le esigenze della mobilità urbana.”

2020-02-04T11:52:00+01:004 Febbraio 2020|Categorie: BUS ELETTRICI, COMPONENTI|

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio