Ellamp ETRA, sanificare il bus con la fotocatalisi. Un prodotto distribuito da Ci.Erre.A. Bus

La fotocatalisi per sanificare l’aria sull’ autobus. Il sistema ETRA di Ellamp distribuito da Ci.Erre.A. Bus approda sull’autobus.

L’ impianto, montato per la prima volta in Italia su autobus dell’azienda pubblica Conerobus, ha suscitato l’interesse di numerose altre aziende che hanno voluto installarlo sui propri veicoli tra le quali FS BusItalia, AutoGuidovie ed AMI Pesaro che saranno seguite da altri operatori attualmente in fase di test, spiegano dal dealer, che sottolinea come «le concessionarie IVECO Maresca&Fiorentino di Bologna e Romana Diesel di Roma hanno sposato il concetto di questa nuova nanotecnologia da proporre ai loro clienti in aftermarket su tutte le tipologie di veicoli, scuolabus compresi».

ellamp etra

Ellamp ETRA, anche per il noleggio

Anche aziende di noleggio private stanno equipaggiando con Ellamp ETRA i loro mezzi da turismo, adeguandosi alle necessità dei loro clienti e delle agenzie. Aziende come CAAP di Cosepuri, Santerno Bus della Sacabus, Di Fonzo, Levante Bus, Civitarese Viaggi, GG Service, Linea Azzurra, Salvaterra per citarne alcuni, si sono già dotati di ETRA dando informazione del servizio alla loro clientela attraverso una vetrofania posta sulla porta passeggeri, spiega Ci.Erre.A. Bus.

Ellamp ETRA, per sanificare il bus

La tecnologia brevettata da Ellamp consente l’ utilizzo durante l’esercizio con i passeggeri a bordo garantendo una sanificazione continua dell’aria in quanto il processo chimico di fotocatalisi viene innescato da un reagente in triossido di Tungsteno che investito da comune luce bianca LED ed unitamente all’ umidità presente nell’aria scatena degli elettroni che, letteralmente in un milardesimo di secondo, attivano il processo e vanno a disgregare a livello molecolare qualsiasi agente patogeno presente nell’aria. L’ innovazione del brevetto di Ellamp sta proprio nell’aver integrato nei sistemi di condizionamento e ventilazione la tecnologia fotocatalitica a base di triossido di Tungsteno e luce LED bianca, entrambi assolutamente non nocivi per l’uomo.

Tutto ciò a differenza della “vecchia” tecnologia di fotocatalisi basata sulla reazione tra biossido di titanio (TiO2) e lampade/led UV, entrambi elementi potenzialmente nocivi. In particolare il biossido di Titanio è già stato classificato dall’ ISPRA come materiale potenzialmente cancerogeno per inalazione e sarà quindi prossimamente bandito in Italia.

Un impianto testato dal San Raffaele

Gli agenti patogeni che vengono disgregati dal processo di fotocatalisi e che pertanto non vanno a ricadere sulle superfici interne sono odori, muffe, funghi, particolato PM2 ,5 e 10, batteri e soprattutto virus. Ellamp disponeva già di test di laboratorio sui virus conosciuti all’ epoca della presentazione del prodotto come SARS e influenza aviaria ma ha comunque richiesto all’ Ospedale San Raffaele di Milano di svolgere test di laboratorio sul reattore fotocatalitico di nuova generazione brevettato e sviluppato grazie alla partnership esclusiva con NanoHub (azienda specializzata in nanotecnologie) espressamente mirati sul Sars-Cov-2 o Covid-19. I risultati ufficializzati dal San Raffaelle sono stati eccellenti confermando l’inattivazione del virus in tempi molto rapidi e rendendo il processo ed il relativo reattore l’unico dispositivo a poter vantare tale tipo di documentazione al mondo.

Il sistema ETRA, installato all’ interno del vano di aspirazione/ricircolo sfrutta, senza interferire, la potenza dell’impianto di condizionamento dell’autobus stesso e garantisce quindi che tutta la cubatura presente all’ interno sia completamente e continuamente sanificata, a differenza di altri sistemi semplicemente applicati all’ interno del bus ed autoalimentati da piccoli motori e ventole. L’impianto di sanificazione dell’aria è applicabile per ogni modello di autobus, sia di linea che turistici.

2020-07-29T10:19:30+02:0029 Luglio 2020|Categorie: COMPONENTI|