Lazzerini tra i campioni del made in Italy. La storica azienda marchigiana produttrice di sedili per mezzi di trasporto pubblico, tra cui autobus, è entrata a far parte del novero delle 500 più importanti piccole medie imprese italiane, secondo un’iniziativa promossa dal supplemento economico del Corriere della Sera. La premiazione ha avuto luogo pochi giorni fa al palazzo della Borsa di Milano.

Lazzerini, il sedile al centro

Lazzerini realizza sedili da cinquant’anni: l’anno di fondazione è infatti il 1967. Nel 1996 è entrata a far parte del gruppo tedesco Grammer che le ha affidato l’intera gestione del mercato dei sedili per autobus. Nel 2007, grazie all’iniziativa di un gruppo di manager, lo stabilimento riacquista la propria autonomia e il proprio nome, recuperando e rinnovando il proprio marchio storico. Tra i clienti figurano Volvo, Scania, Iveco, Sitcar, Industria italiana autobus. L’ultimo riconoscimento è fresco fresco. Lazzerini è stata infatti promossa per i successi ottenuti dal 2010 ad oggi.

Lazzerini nei “Magnifici 500”

L’azienda è stata inserita nel novero dei “Magnifici 500”, mezzo migliaio di realtà esemplari di un’Italia che ingrana la marcia dopo la crisi. Su iniziativa del supplemento economico del Corriere della Sera, che in un’inchiesta a puntate ha analizzato più di 14.000 bilanci di Pmi, venerdì scorso, 16 marzo 2018, si è svolta la giornata conclusiva presso il palazzo della Borsa di Milano per presentare e festeggiare le 500 migliori Pmi italiane protagoniste di questo grande successo. «La spina dorsale del Paese» le ha definite il presidente di Rcs MediaGroup, Urbano Cairo. Lazzerini è della partita: «Essere tra i magnifici 500 è per Lazzerini una conferma entusiasmante – dichiarano dall’azienda -. La prova che una squadra affiatata guidata da coraggio, intuizione e buon senso costruisce giorno per giorno il futuro che tutti ci auguriamo».

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Sustainable Bus Awards 2025: ecco chi sono i (14) finalisti

Per sapere chi saranno i tre vincitori dei Sustainable Bus Awards 2025 bisognerà aspettare la premiazione durtante la giornata inaugurale del FIAA di Madrid, in programma nella capitale spagnola dal 22 al 25 ottobre. Nel mentre però sono stati comunicati i 14 finalisti che si contenderanno gli ambit...