L’Art rivede le regole per gli affidamenti dei servizi di tpl. Asstra plaude

«L’Art ha recepito le principali osservazioni formulate da Asstra». Lo afferma il presidente Andrea Gibelli, plaudendo alla notizia che l’Autorità di regolazione dei trasporti ha rivisto le regole per gli affidamenti dei servizi di trasporto pubblico locale (QUI il documento).

tpl Savona

Semplificazione dei criteri delle gare

La dichiarazione di Gibelli segue la pubblicazione sul sito dell’Autorità di regolazione dei trasporti della Delibera n. 154/2019 che aggiorna e modifica il quadro delle regole per le gare nel settore TPL definito con la delibera 49/2015. L’Art, infatti, ha semplificato ed aggiornato le proprie misure per la redazione dei bandi e delle convenzioni relative alle gare per l’assegnazione dei servizi di trasporto pubblico locale passeggeri svolti su strada e per ferrovia.

L’opera di semplificazione ed aggiornamento ha riguardato anche la definizione dei criteri per la nomina delle commissioni aggiudicatrici nonché per la definizione degli schemi dei contratti di servizio affidati direttamente o svolti da società in house o da società con prevalente partecipazione pubblica, precisa l’Art in una nota stampa.

Le misure semplificate ed aggiornate con la delibera n. 154/2019, in linea coi modelli di regolazione economica dell’Autorità, sono orientate a, negli intenti dell’Art, ridurre le barriere all’ingresso, con conseguente maggiore concorrenza, per un accesso equo e non discriminatorio; diminuire l’asimmetria informativa esistente tra ente affidante e soggetto erogatore del servizio, a favore di una maggiore trasparenza; perseguire obiettivi di efficienza ed efficacia, declinati attraverso la lotta all’evasione tariffaria, l’affermazione di standard minimi di qualità, la riduzione dei costi della produzione, l’innalzamento del load factor.

Asstra: siamo soddisfatti

«L’Art ha accolto diverse osservazioni che Asstra aveva presentato in sede di consultazione. Siamo molto soddisfatti nel constatare quanto possa essere proficuo il confronto positivo e dialettico tra il mondo della regolazione e quello delle imprese quando ci si confronta con trasparenza e concretezza – le parole di Gibelli -.  È una strada che continueremo a percorrere nel nome della chiarezza delle regole e della loro equa applicabilità per l’affidamento dei servizi, nell’interesse non solo nostro ma anche dei cittadini che hanno diritto ad un servizio pubblico essenziale di qualità”

2019-12-03T20:56:13+00:003 Dicembre 2019|Categorie: TPL|

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio