Diciotto nuovi bus a basse emissioni che avvicinano ATB Bergamo all’obiettivo di una flotta diesel free: nelle scorse settimane, infatti, sono stati introdotti 17 autobus a metano IIA Citymood e uno, sempre a metano, Otokar Kent C.  

L’acquisto dei 18 Classe I rientra nel piano aziendale di rinnovo della flotta che porterà alla conversione completa in “diesel free” entro il 2030 e beneficia di un contributo di Euro 3.316.590, pari al 78% circa dell’investimento di Euro 4.240.290 a valere sulle risorse del “Piano Strategico Nazionale della Mobilità Sostenibile del MIT.

18 nuovi autobus Cng per ATB Bergamo, nel dettaglio

I nuovi mezzi sono alimentati a gas naturale-metano compresso (Cng), certificato Euro 6 Step E: scelti nel modello della lunghezza di 12 metri, sono già operativi. 

I 17 Citymood hanno una capacità di carico che può arrivare a 107 passeggeri di cui 21 seduti, 84 in piedi, 2 strapuntini sistemati nella postazione carrozzella, mentre il Kent C arriva ad una capienza massima di 101 passeggeri con interni spaziosi. I nuovi mezzi vestono la livrea rosso e gialla ATB con le fasce verdi identificative dei mezzi di trasporto pubblico di Regione Lombardia e sono dotati dei più recenti dispositivi tecnologici e di comunicazione, rispettando così tutti i criteri di sicurezza e confort del moderno trasporto urbano. A bordo sono installati in corrispondenza delle porte tre validatori di bigliettazione elettronica abilitati al pagamento mediante carta di credito e alla validazione dei biglietti elettronici. Tutti gli autobus sono dotati anche del sistema contapasseggeri. In linea con la flotta aziendale, in termini di sicurezza, dispongono di 4 videocamere di sorveglianza installate a bordo e fuori dal mezzo. 

L’impegno di ATB Bergamo per la sostenibilità

“Con l’introduzione di questi nuovi autobus a metano continua l’ambizioso processo avviato negli anni scorsi verso il rinnovamento della flotta aziendale, con l’obiettivo di essere totalmente diesel-free entro il 2030. Ad oggi, grazie alla messa in strada di questi 18 autobus, siamo vicino al 74% di flotta a ridotto impatto ambientale”, afferma Liliana Donato, Direttore Generale ATB Servizi S.p.a. “Un impegno che necessariamente dobbiamo continuare a perseguire per ridurre la nostra impronta sul Pianeta e migliorare la qualità dell’aria in città, sia come azienda, sia come individui. Parlo anche come donna, perché crisi climatica e gender gap sono direttamente connessi. Per questo a mio figlio e ai ragazzi dico di usare il bus. Solo con l’impegno di tutti riusciremo a diminuire le emissioni di gas climalteranti. La grande sfida per ATB è rendere il servizio pubblico una valida alternativa al mezzo privato in termini di utilizzo ed esperienza di viaggio. Un percorso che nei prossimi anni speriamo possa essere considerato un punto di forza per la nostra città” conclude Donato

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Autolinee Toscane, un nuovo bus ogni 2 giorni

Un bus ogni due giorni da ora a fine 2024, e poi il grande balzo che vedrà due bus nuovi ogni giorno (festivi e domeniche compresi) sulle strade della Toscana per garantire un servizio di trasporto pubblico locale sempre più efficace, efficiente e sostenibile sia dal punto di vista ambientale che so...

Riviera Trasporti, niente gestione in-house del tpl di Imperia

“Non ci sono le condizioni per l’affidamento in house, devono essere garantite efficienza ed economicità, che mancano nel piano industriale presentato da Riviera Trasporti“. Così il presidente della Provincia Claudio Scajola, ha aperto il getto di una doccia gelata all’operatore ci...
Tpl