IVECO BUS ha consegnato 20 Urbanway autosnodati da 18 metri alla Città di Roma presso Romana Diesel, concessionario di zona che ne curerà l’approntamento, la consegna e la manutenzione. Gli autobus sono in assegnazione e utilizzo ad ATAC Spa, azienda comunale di TPL urbano e suburbano del Comune di Roma. Alla cerimonia hanno partecipato la Sindaca di Roma, Virginia Raggi, il vicesindaco con delega alla Città in Movimento, Pietro Calabrese, Giovanni Mottura, Amministratore Unico di ATAC, e Giorgio Zino, IVECO BUS Business Director Italy & Greece Market insieme al Presidente di Romana Diesel Mario Artusi e agli Amministratori Delegati Enrico Campilli, Federico Campilli e Andrea Artusi. I veicoli di IVECO BUS verranno impiegati lungo le tratte urbane del Comune di Roma ad alta capacità di trasporto, sulle principali direttrici della città.

Giorgio Zino, IVECO BUS Business Director Italy

Giorgio Zino, IVECO BUS Business Director Italy & Greece Market, ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di contribuire al rinnovamento promosso da Roma Capitale della flotta di ATAC – partner storico di IVECO BUS e della concessionaria Romana Diesel- con i nuovi Urbanway 18 metri. Si tratta di autobus ad alta capacità di passeggeri in un momento storico in cui è necessario fornire un’ampia capienza e massima sicurezza per il trasporto pubblico. Inoltre, le ridotte emissioni dei motori Euro 6 e le tecnologie di bordo di ultima generazione rappresentano un vantaggio per l’autista, per i passeggeri e per l’ambiente, valori fondamentali di IVECO BUS”.

IVECO BUS 20 Urbanway, autosnodati da 18 metri

I 20 Urbanway autosnodati da 18 metri, alimentati da motore diesel Euro 6 di ultima generazione, consentono una portata totale fino a 154 passeggeri. I veicoli, acquistati tramite convenzione Consip 3, sono dotati di motore Cursor 9 da 360 cv Euro VI Step D e cambio automatico ZF Ecolife. Sono equipaggiati con tre porte, scivolo per accesso della pedana disabili e aree dedicate interne, divisore autista per le norme di sicurezza anti-Covid, dispositivi tecnologici di bordo di ultima generazione, quali geo-localizzazione, conta-passeggeri, videosorveglianza interna e sistema AVM collegati alla centrale ATAC. Gli Urbanway rispondono a tutti i requisiti necessari a soluzioni efficienti, sostenibili, con un vantaggioso costo totale di esercizio (TCO), una maggior resistenza e un minor peso. Tutta la struttura in acciaio beneficia del trattamento cataforetico integrale che protegge dagli agenti corrosivi, come tutti i veicoli della gamma IVECO BUS.

ATAC e il Comune di Roma sono clienti storici dal brand: attualmente il parco ATAC conta circa 2mila mezzi, di cui IVECO BUS detiene una percentuale di oltre il 50%. Questa consegna, a distanza di tre mesi da quella relativa a 30 Daily in allestimento Mobi by Indcar, segue l’ultima fornitura effettuata nel 2018 per un totale di 150 Urbanway in versione 12 e 18 metri

In primo piano

Scania Citywide Lf Cng. Scoprilo in un video

Scania Citywide Lf Cng. Sostenibilità è il mantra del nostro presente e futuro. In un settore chiave come quello dei trasporti e del trasporto pubblico urbano, politica e industria stanno lavorando per una mobilità davvero sostenibile. Tra i player del settore che si stanno muovendo in questo solco ...

Articoli correlati

Scania lancia il nuovo Interlink per i servizi interurbani

Scania, negli ultimi due anni, ha introdotto una nuova gamma di autobus urbani, extra urbani e granturismo. Si aggiunge ora il nuovissimo Scania Interlink, progettato per i servizi interurbani. Nuovo telaio, nuova carrozzeria, maggiore versatilità, funzioni di sicurezza avanzate, nuovi servizi per m...

Tar respinge sospensiva concessione bus in Alto Adige

Il Tar di Bolzano ha respinto la richiesta di sospensiva della gara indetta dalla Provincia per l’affidamento della concessione per i servizi pubblici delle linee extraurbane di autobus. «Grazie a questa decisione la Provincia proseguirà con la stipula dei contratti per i dieci lotti con i nuo...

Mims: «Nel 2022 riforma del Tpl e codice contratti»

Nel corso del 2022 il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili «intende proporre una riforma del Traporto Pubblico Locale (Tpl), con un disegno di innovazione normativa che incida sul piano della regolazione, della governance, della modalità di ripartizione dei fondi statali e sul...