Irizar si presenta al Busworld 2017 in quel di Courtrai con la schiera di soluzioni elettriche ed integrali in primo piano. Spicca l’anteprima mondiale del sistema di ricarica a pantografo firmato dal costruttore basco. Sui 1600 metri quadri di spazio espositivo Irizar dispiegherà la nuova generazione di autobus, capitanata dall’i8, dall’i6S già svelato all’International Bus Expo di Rimini e dall’ibrido i4H. Uno stand dedicato sarà monopolizzato dalla neonata branca aziendale Irizar e-mobility.

irizar busworld

Il debutto del pantografo Irizar

Il Busworld 2017 sarà l’occasione per mostrare la vitalità di un settore che si muove a barra dritta verso l’elettrico. Irizar non mancherà di presentare la propria strategia imprenditoriale, la tecnologia, la sostenibilità e la nuova generazione di prodotti e soluzioni tecnologiche disponibili per tutti i mercati. Presso lo stand della Hall 4 sarà possibile vedere la nuova generazione di pullman Irizar e le svariate soluzioni tecnologiche relative ai pullman integrali e a quelli ibridi. All’interno dello stand, come già accennato, spiccano i modelli Irizar i8, il nuovo Irizar i6S e l’i4H, quest’ultimo in versione ibrida. Presso un altro stand Irizar illustrerà la grande scommessa per il futuro con le soluzioni integrali di elettromobilità cittadina. Irizar e-mobility, infatti, si occupa di mobilità elettrica a tutto tondo: non solo autobus elettrici, ma anche le infrastrutture per la ricarica, la trazione e lo stoccaggio di energia. In questo perimetro si inserisce il sistema di ricarica rapida mediante pantografo che vedrà a Courtrai il suo battesimo ufficiale al cospetto del grande pubblico. Troveranno posto al Busworld anche il 12 metri Irizar ie bus (Irizar electric bus) e l’Irizar ie tram (tram da 18 metri).

In primo piano

Citymood 12e, il tour-test su e giù per lo Stivale è un successo

Mancavano una manciata di settimane alla fine del 2021 quando, in quel di Flumeri, Industria Italiana Autobus lanciava il primo elettrico di casa. Il nome di battesimo? Citymood 12e, di fatto il primo ebus interamente progettato e realizzato in Italia. Una novità tutta made in Italy ben accolta dal ...

Quando il biglietto è intelligente è Pratic(k)o

Il gioco di parole è servito su un piatto d’argento. Un software in cloud per la gestione della bigliettazione digitale per il trasporto pubblico e privato: una soluzione pratica, o meglio, in un sola parola…Praticko. Stiamo parlando del progetto della software house e system integrator ...

Articoli correlati

Tutti i numeri dell’European Mobility Expo 2022

Diecimila partecipanti. Un gran bel numero per l’edizione 2022 dell’European Mobility Expo di Parigi, che ha tenuto banco negli spazi fieristici di Porte de Versailles dal 7 al 9 giugno. Una tre giorni che ha fatto della capitale della Francia anche la capitale della mobilità e del trasporto pubblic...