Solaris-Primove-Bombardier

Berlino sarà la prima capitale europea a testare un autobus elettrico che utilizza la tecnologia di ricarica wirless Primove messa a punto da Bombardier. Sulla linea 204 a partire dall’estate nel centro della città tedesca entrerà in circolo il bus prodotto da Solaris destinato a fare da apripista nel segmento degli autobus elettrici a ridotto impatto inquinante nella capitale tedesca. Dopo l’introduzione del bus, infatti, tutta l’intera linea diventerà a basso impatto ambientale ed eco-friendly, portando ad una riduzione delle emissioni di CO2 di 260 tonnellate all’anno secondo le stime preliminari. Il progetto, portato avanti dal Ministero dei Trasporti e dell’Infrastruttura Digitale tedesco, è parte di un programma di sperimentazione per la mobilità elettrica nella regione metropolitana di Berlino-Brandeburgo. Il supporto per la ricarica verrà installato sotto il manto stradale e peserà circa 7 tonnellate per 5 metri di lunghezza, 2 metri di ampiezza e 25 centimetri di spessore. Il sistema di ricarica wireless Primove messo a punto da Bombardier permette una ricarica dei mezzi della durata di pochi minuti ai capolinea, consentendo ai bus di percorrere oltre 6 km di linea andata/ritorno per un intera giornata. Una volta posizionato sul supporto di ricarica, il bus genera un campo magnetico che favorisce la carica, senza costituire un pericolo per gli autisti, i passeggeri e le persone con pacemaker. Il bus sarà molto simile all’Urbino 12 già attrezzato con tecnologia Primove in servizio nella città di Braunschweig da marzo 2014.

In primo piano

Mercato Europa, sono 31.020 i bus&coach immatricolati nel 2023 (+21%)

31.020 contro 25.657, +5.363 unità. Il mercato dell’autobus europeo, nel corso del 2023, è cresciuto del 20,90% rispetto al 2022 (dati Chatrou CME Solutions). Segno che dopo la brusca frenata d’arresto del Covid – con tanto di conseguenze da onda lunga – l ’ecosistema è vivo. Ed è vivo, vegeto e pie...

Articoli correlati

Napoli, la gestione del tpl rimane in capo ad Anm

Il trasporto pubblico di Napoli rimane in gestione della municipalizzata Anm. Questo il risultato dell’incontro in prefettura al quale hanno preso parte Regione Campania, Comune di Napoli e sindacati. Quindi, niente più gara all’orizzonte per l’affidamento dei servizi tpl, come era...
Tpl

Dalla Lombardia 650 milioni di euro per il tpl regionale, 426 a Milano

Seicento cinquanta milioni di euro per il trasporto pubblico locale della Lombardia, di cui la fetta di maggioranza all’Agenzia Tpl di Milano (che comprende anche Monza-Brianza, Lodi e Pavia) È quanto prevede una delibera approvata, nella giornata del 20 febbraio, dalla giunta regionale su pro...
Tpl