28683876092_f6c4bb271d_b

I Navigo di Otokar verranno assemblati e commercializzati in Iran grazie all’intermediazione della compagnia iraniana Oghab (Afshan Industrial and Manufacturing). Gli autobus saranno esportati nella forma di Complete knock down (Ckd), in modo che il resto dell’assemblaggio venga effettuati nel paese mediorientale. Una volta montati, i veicoli saranno venduti da Oghab col logo Otokar. L’accordo è stato annunciato dalla casa turca, e avrà una durata di tre anni prolungabile di altri due. Otokar prevede che la collaborazione le possa portare ricavi nell’ordine di 14 milioni di euro all’anno. Il contratto prevede, a partire dal secondo anno, un minimo di ordini per 500 veicoli. Oghab pagherà una license fee da 500mila euro al costruttore turco.

 

 

In primo piano

Volvo centra il tredici e sbarca in Italia con il due piani

In un mercato ancora pesantemente condizionato dagli effetti della pandemia, Volvo si è affacciata per ultima sul mondo degli autobus a due piani, convinta di poter dire la sua. A dire il vero, il costruttore svedese già nel 2020 aveva lanciato il suo bipiano con un progetto tutto nuovo, ma le sue d...

Articoli correlati

Tpl, Amts Catania potenzia geolocalizzazione e monitoraggio dei bus

Amts Catania sta potenziando l’intero sistema di geolocalizzazione e monitoraggio dei propri autobus. Gli obiettivi, sono quelli di migliorare l’affidabilità e la tempestività delle informazioni fornite agli utenti sugli orari di passaggio alle fermate, visualizzate sia sulle paline elet...
Tpl