interno_bus_gallery

Il Ministero dell’Istruzione interviene con una nota esplicativa chiarendo le responsabilità in capo agli istituti scolastici, ai presidi e agli insegnati. Ha destato molta confusione, infatti, la pubblicazione qualche settimana fa di un vademecum con nuove norme per l’organizzazione delle gite scolastiche. Il Miur chiarisce innanzitutto che “la nota non attribuisce nuove responsabilità. In particolare, per quanto attiene agli accertamenti circa lo stato dei mezzi di trasporto, si tratta di documenti e verifiche che la scuola è tenuta a richiedere alla società di trasporti che viene di volta in volta individuata”. Per quanto riguarda le responsabilità sulla condotta del conducente, il Miur specifica che “la responsabilità è solo del conducente medesimo e la verifica dell’idoneità alla guida dello stesso ricade sulla società dei trasporti per la quale presta servizio”. Infine, il Ministero dell’Istruzione ha precisato che l’intervento della Polizia Stradale per la verifica dei mezzi non è una condizione necessaria, ma rimane libera facoltà alle scuole di farne richiesta la mattina prima della partenza.

In primo piano

Energy Mobility Solutions, la bussola di Iveco Bus per guidare i clienti verso la transizione energetica. L’intervista a Federica Balza, Sales Infrastructure Engineer

Si chiama Energy Mobility Solutions ed è il modello di business per la mobilità elettrica messo a punto da Iveco Bus per supportare gli operatori nella transizione energetica, offrendo una soluzione chiavi in mano su misura, dalla progettazione dei veicoli e delle relative installazioni alla loro re...

Siemens, tutte soluzioni per l’e-mobility

Siemens Smart Infrastructure è stata tra i protagonisti dell’edizione 2024 di NME – Next Mobility Exhibition, a Milano, dall’8 al 10 maggio. Soluzioni personalizzate per l’elettrificazione, infrastrutture di ricarica adatte a tutte le esigenze e soluzioni software e IoT per ottimizzare la gest...

Articoli correlati