Schermata 2016-01-21 alle 20.46.58

Il 2016 per FlixBus inizia con l’inaugurazione di nuove rotte verso sei paesi dell’Europa centro-orientale: fino a 15 collegamenti con oltre 50 destinazioni in Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Polonia, Slovenia e Croazia. Cresce così il network di città coperte dal servizio della start-up tedesca che arriva ad offrire 45mila collegamenti al giorno verso 550 destinazioni in 16 Paesi. Ma non è tutto. Entro l’anno saranno infatti operative nuove linee in Bulgaria, Romania e Bosnia Erzegovina. “Il prossimo traguardo sarà un network di autobus verde-FlixBus da Bordeaux a Bucarest, per una rete estesa quanto l’Europa”, ha dichiarato André Schwämmlein, uno dei fondatori di FlixBus. Per mantenere alto il ritmo di crescita, l’azienda degli autobus verdi ha stretto una partnership strategica con Blaguss Group che ha portato alla nascita di FlixBus CEE con sedi a Budapest e a Zagabria. Con il lancio delle nuove destinazioni la start-up tedesca ha inoltre inaugurato nuovi hub in Croazia, Ungheria, Slovacchia e Repubblica Ceca.

In primo piano

Volvo centra il tredici e sbarca in Italia con il due piani

In un mercato ancora pesantemente condizionato dagli effetti della pandemia, Volvo si è affacciata per ultima sul mondo degli autobus a due piani, convinta di poter dire la sua. A dire il vero, il costruttore svedese già nel 2020 aveva lanciato il suo bipiano con un progetto tutto nuovo, ma le sue d...

Articoli correlati