A seguito delle misure introdotte dal Governo per il contenimento della diffusione della pandemia, e a fronte della difficile situazione vissuta dalle imprese italiane del trasporto passeggeri in autobus a media e lunga percorrenza, FlixBus ha incontrato ieri la Viceministra delle Infrastrutture e della Mobilita’, Teresa Bellanova, e il capo dipartimento per i Trasporti e la Navigazione, Mauro Bonaretti. Temi portanti dell’incontro sono stati la necessita’ di aiuti al settore, gravamente penalizzato dalla crisi sanitaria, e la ripresa, in totale sicurezza, del trasporto a pieno carico per i servizi di trasporto passeggeri su gomma di media-lunga percorrenza. Attualmente, l’Italia e’ l’unico Stato europeo dove vige il distanziamento sociale a bordo mezzi, con gravi ripercussioni economiche per la sostenibilita’ di un settore che, come evidenziato da ANAV, principale associazione di categoria, e dal Politecnico di Milano, ha registrato perdite stimabili attorno al miliardo di Euro nel solo primo semestre del 2021.

Flixbus incontra Bellanova, aiuti a settore e capienza al 100 per 100

Soprattutto alla luce dell’importanza di un settore che impiega circa 35.000 addetti per 29.000 bus, e che nel pre-Covid trasportava oltre 14 milioni di cittadini ogni anno, collegando anche le aree penalizzate dalla carenza di servizi ferroviari, FlixBus ha potuto evidenziare la necessita’ di sostenere la ripartenza delle aziende, secondo un programma che restituisca centralita’ al tema infrastrutturale e all’esigenza di una maggiore sostenibilita’, incentivando il trasporto collettivo quale soluzione privilegiata di viaggio, anche nell’ottica di un rilancio del turismo, e una crescente digitalizzazione dei servizi. “Siamo lieti di aver avuto l’opportunita’ di incontrare la Viceministra Bellanova, per confrontarci sulla ripartenza di un settore che, impiegando migliaia di lavoratori, continua a garantire a milioni di cittadini la possibilita’ di spostarsi nel nostro Paese”, ha dichiarato Andrea Incondi, Managing Director di FlixBus Italia. “Siamo fiduciosi che da questo confronto l’intero comparto potra’ trarre benefici, e ci affidiamo all’impegno delle istituzioni perche’ le aziende del settore possano tornare, in piena sicurezza, a operare piu’ forti di prima nel segno di una ripartenza definitiva”.

In primo piano

Indcar Mobi, l’urbano a gas ha un’autonomia al top

Quello della transizione energetica è il tema centrale su cui ruotano presente e futuro del settore del trasporto pubblico, e non solo. La graduale messa al bando delle soluzioni diesel apre infatti a nuovi scenari. E se le soluzioni elettriche non hanno ancora fatto breccia, le motorizzazioni a gas...

VDL Italia: nuovo team commerciale e la ripartenza del turismo

La tempesta Covid, il focus sulla sicurezza, le iniziative per i clienti travolti dalla crisi. E ora, il mercato che riparte e i Classe III che tornano finalmente a solcare le autostrade del Belpaese. VDL Italia si presenta al rilancio del mercato turistico forte di una gamma che ha già dimostrato i...

Giorgio Zino, presente e futuro di Iveco Bus

Post pandemia, investimenti e sguardo al domani. La transizione elettrica? Ha frenato, ma sta ripartendo. La produzione? È tornata a livelli pre Covid. Abbiamo incontrato Giorgio Zino, Business Director Italy and Greece Iveco Bus che ci ha tratteggiato il presente e il futuro del gruppo. Giorgio Zin...

Cloud-based e multicanale. La bigliettazione secondo Praticko

Le nuove tecnologie sono la principale chiave per migliorare la competitività e uscire dalla crisi. Al centro dei cambiamenti c’è il Cloud, considerato come lo strumento abilitante per eccellenza per progetti di digital transformation che, per propria natura, necessitano di praticità, flessibilità e...

Articoli correlati

Tpl, 600 milioni per i servizi aggiuntivi

Il Tpl sotto la lente del Ministro Giovannini. “Il primo messaggio da sottolineare è che lo Stato, a cui compete il finanziamento del Rpl (trasporto pubblico locale), ma non la gestione che spetta alle regioni, ha stanziato per la seconda parte dell’anno 600 milioni di euro per servizi aggiunt...