senzanome(la vettura 807 in servizio sulla linea 1 – foto Giacomo Casabianca)

Un gradito ritorno, e per l’occasione un importante maquillage.  Dall’8 agosto 2016, infatti, i filobus sono tornati a pieno regime sulla linea 1 della rete di La Spezia, linea che collega i quartieri di Pegazzano e Bragarina. La sospensione dell’esercizio filoviario, dovuta a lavori viabilistici nel centro cittadino, è stata rapidamente risolta con il conseguente rientro in servizio dei filobus.  Non i Solaris Trollino 12, però,  che restano assegnati stabilmente alla linea 3 ( Chiappa – via Chiodo – Canaletto), ma una parte dei Bredabus 4001 del 1988, serie 801-814. 7 filobus della serie, infatti  hanno ricevuto importanti lavori di riqualificazione della carrozzeria  e sono ora dotati del dispositivo AVM per il comando automatico degli scambi.

Dei sette veicoli, ne sono disponibili al momento 4 per l’ esercizio (numeri 805,806,807,808), mentre per gli altri tre (numeri 809, 811,813) sono ancora in corso lavori di riqualificazione e collaudo.

I Breda 4001 entrarono in servizio il 26 novembre 1988, dopo 3 anni di sospensione dell’esercizio filoviario e dopo la presentazione, il 19 dicembre 1987, del prototipo n. 800;  erano  per l’epoca avveniristici, essendo tra i primi  dotati di impianto di climatizzazione per conducente e passeggeri, marcia autonoma a batterie, testine portapattini snodate, e una capacità di 112 posti, di cui 20 seduti ed uno di servizio. Nonostante 28 anni di carriera, i lavori di ammodernamento e le caratteristiche proprie del veicolo filoviario, tra cui la longevità permettono una vita operativa dei Breda ancora lunga.

Al momento, 3 filobus Breda sono sufficienti per l’esercizio sulla linea 1, che ha una frequenza di 20 minuti nei giorni feriali dal lunedì al sabato mattina, mentre al sabato pomeriggio sono in esercizio due vetture con frequenza di 30 minuti. La linea 3 ha invece frequenza di 10 minuti e 8 veicoli in servizio ( in pratica l’intera dotazione dei Trollino), mentre al sabato pomeriggio la frequenza e’ di 15 minuti, con un impegno di 6 vetture. In via provvisoria la linea è invece  esercita a trazione elettrica solo parzialmente, dal capolinea della Chiappa alla fermata XXV Aprile, e ancora in trazione diesel verso Migliarina e Felettino.  Il servizio è garantito dai  Solaris Trollino 12 (serie 815-822 del 2014)  mossi da parte elettrica Vossloh Kiepe e dotati di un generatore Diesel Euro 5. La domenica, attualmente, il servizio filoviario è sospeso.

Insomma, la rete spezzina sta cambiando pelle e rinnovandosi; non devono essere dimenticati i lavori di ammodernamento della rete, tra cui la costruzione del nuovo raccordo al deposito di Mazzetta,  la nuova officina filoviaria nel deposito stesso, e il previsto ampliamento verso l’ospedale di Felettino.

 

Articoli correlati

Filobus, i progetti di Genova: 96 km per la rete di forza

A ottobre 2022 il Comune ha pubblicato la gara d’appalto per laprogettazione esecutiva della rete di forza, che si estenderà per 96chilometri da Levante a Ponente e nelle valli, attraversando il centro. Ilvia ai lavori? Nel 2023. Consegna? 2026. Così il filobus tornerà ad avere,come in passato, un r...

È arrivato a Milano il nuovo Trollino della seconda fornitura Solaris

Rispettando alla perfezione ai tempi di consegna, è giunto a Milano il nuovo filobus Trollino 18 prodotto da Solaris con parte elettrica fornita da Kiepe Electric. Il mezzo, numerato 830, è del tutto analogo ai trenta esemplari (serie 800-829) già in esercizio dal giugno 2020, e fa parte dell’accord...

I nuovi filobus Hess per la rete di Zurigo

Il 2022 può essere definito come un anno dinamico per Hess. Il costruttore svizzero ha infatti ricevuto il 17 novembre 2022, dalla Autorità dei Trasporti di Zurigo (VBZ)  l’ordine per 26 nuovi filosnodati, della serie LighTram® DC (Dynamic Charging), di cui 13 da 18 metri di lunghezza, e 13 biartico...