C’è anche la firma di Solaris Bus & Coach sulla “European declaration for the ‘clean bus’ deployment”, un documento promosso dalla Commissione Europea per sostenere la diffusione di autobus elettrici e di quelli a trazioni alternative rispettose dell’ambiente.

autobus elettrico solaris urbino 12 electric

Solaris e la decarbonizzazione dei trasporti

La dichiarazione si fonda su tre pilastri, sottolineano gli autori. Il primo è l’impegno delle città e dei costruttori a rafforzare, insieme, il processo di riduzione delle emissioni. Il secondo è la creazione di una piattaforma per lo scambio di informazioni tra autorità locali, operatori di trasporto e istituzioni finanziarie. Infine, la costituzione di un gruppo di esperti impegnati a fornire un supporto professionale sui temi legati alle tecnologie all’avanguardia. Secondo la Commissione Europea la conversione del trasporto pubblico verso forme a zero o basse emissioni è il modo più efficace per portare beneficio all’utenza e, nel contempo, incentivare l’innovazione e competitività tra le industrie. Il processo di “decarbonizzazione” dei trasporti in Europa è già in atto: Atene, Parigi e Madrid si sono poste l’obiettivo di eliminare il trasporto pubblico a combustione interna entro il 2025. Seguono a ruota città come Copenaghen, Londra, Berlino e Oslo, che hanno deciso di smettere di acquistare autobus ad alimentazione convenzionale. Il documento promosso dalla Ue è stato firmato dai principali costruttori europei, dai rappresentanti delle grandi città del continente e dagli operatori. Tra i protagonisti, appunto, Solaris, il cui Urbino 12 Electric è stato il primo autobus elettrico ad aggiudicarsi il titolo “Bus of the Year” nel 2017.

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati