Enjoy, il servizio di car sharing di Eni, e Itabus, il nuovo operatore di trasporto passeggeri su gomma a lunga percorrenza, annunciano un nuovo accordo per una mobilità sempre più integrata e sostenibile, che mira a decongestionare il traffico urbano. Da oggi per i viaggiatori sarà possibile acquistare voucher prepagati per l’utilizzo dei veicoli Enjoy direttamente dal sito di Itabus. Questo permetterà a chi si sposta in autobus su medie e lunghe percorrenze di proseguire il proprio percorso fino alla destinazione finale con una soluzione sostenibile e agile come il car sharing, a bordo di veicoli che dispongono di un dispositivo di sanificazione automatica che si attiva al termine di ogni noleggio. Al contempo questa formula può facilitare gli spostamenti degli utenti in partenza, che potranno raggiungere le autostazioni da cui parte Itabus prenotando il servizio Enjoy con un semplice click.

Enjoy e Itabus, l’accordo

Enjoy è presente nelle città di Milano, Roma, Firenze, Bologna e Torino con una flotta di 2.500 veicoli e conta oltre 1 milione di clienti. Oltre al car sharing in ambito urbano, con vantaggi come l’accesso gratuito alle ZTL e il parcheggio gratuito sulle strisce blu, Enjoy permette ai viaggiatori di scegliere anche opzioni di noleggio che vanno da uno a quindici giorni consecutivi per spostarsi anche fuori città.

Itabus, che ha fatto il suo debutto sulle strade italiane lo scorso 27 maggio, punta a soddisfare la domanda di mobilità degli italiani e ad integrare la rete nazionale dei trasporti, ampliando progressivamente il proprio network basato sulla capillarità territoriale, servendo le grandi città come i piccoli centri. La sua flotta, interamente prodotta da MAN, a regime vanterà 300 autobus di ultimissima generazione, dotati di tutti i comfort e di sistemi di sicurezza all’avanguardia, offrendo viaggi di qualità a prezzi estremamente competitivi sul mercato.

La partnership con Enjoy fa parte della più ampia collaborazione già avviata tra Eni e Itabus: tutti i mezzi Itabus sono infatti alimentati con il carburante Eni diesel+, il gasolio premium che contiene il 15% di componenti biodiesel certificate come “sostenibili” dai più autorevoli schemi di certificazione riconosciuti a livello europeo e che riduce le emissioni di CO2 rispetto ai carburanti tradizionali, lungo tutta la filiera produttiva, dalla coltivazione della materia prima all’utilizzo su veicolo, secondo la metodologia “well to wheel”.

La partnership consentirà di ridurre l’utilizzo dei mezzi privati in circolazione, e avrà come punti di forza la qualità e gli elevati standard di sicurezza e servizi offerti da Itabus ed Enjoy ai propri clienti.

In primo piano

D’Auria Furore. Il minibus turistico per la ripartenza

Il nuovo corso del Gruppo D’Auria prende il via nella nuova sede, già pronta a febbraio 2020, poco prima che si abbattesse l’uragano pandemico. E prende forma con una nuova freccia al proprio arco, il modello Furore in grado di alloggiare 31 persone su telaio Daily, e sull’onda di una chiara divisio...

Articoli correlati

26 autobus elettrici targati Karsan per Deva (Romania)

L’elettrificazione delle reti di trasporto della Romania continua a pieno ritmo, anche grazie a Karsan, che ha infatti vinto un appalto per 26 autobus elettrici per la città di Deva. Il costruttore turco aveva già consegnato veicoli elettrici a molte città della Romania e firmato contratti ad ...

Genova, il trasporto pubblico diventa gratuito

Il primo dicembre Genova comincera’ la sperimentazione del trasporto pubblico locale gratuito, a partire al momento dagli impianti verticali (ascensori, funicolari e cremagliere) e metropolitana. L’obiettivo, ha spiegato il sindaco Marco Bucci “e’ incentivare l’utilizzo...