Più ventitré virgola tre per cento. Questa la crescita delle immatricolazioni di autobus in Europa nel primo trimestre 2024, rispetto ai primi tre mesi dello scorso anno, registrata dall’Acea, l’associazione dei costruttori europei. Gli e-bus segnano un soddisfacente +10,3%.

Nel primo trimestre del 2024 si sono registrati risultati contrastanti per il mercato dei veicoli commerciali della Ue: mentre le vendite di furgoni sono aumentate del 12,6%, quelle di autocarri sono leggermente diminuite (-4%), nonostante la crescita nel mercato dei camion a ricarica elettrica, e quelle degli autobus, appunto, hanno fatto segnare un aumento notevole a doppia cifra (+23,3%), pari a 9.624 unità targate. Se le vendite sono diminuite del 16,8% in Francia, tre mercati sono cresciuti notevolmente: Germania (+20%), Italia (+18,3%) e Spagna (+7,6%).

Potrebbe interessarti

Il mercato degli autobus elettrici in UE

Le immatricolazioni di BEV in l’UE sono aumentate del 10,3% nel primo trimestre del 2024; tuttavia, la quota di mercato è leggermente diminuita dal 13,7% dello scorso anno al 12,3%. La Germania, il mercato più grande in termini di volume, è cresciuta del 20,7%, quello rumeno è aumentato del 149,2%, diventando il secondo mercato per gli autobus a ricarica elettrica.

La Francia, in precedenza il mercato più grande, ha visto le vendite di autobus a ricarica elettrica più che dimezzarsi con un calo del 66,4%. Nel frattempo, le vendite di autobus ibridi-elettrici hanno registrato un calo marginale dell’1,9% e ora rappresentano il 10,9% del mercato.

Le immatricolazioni di autobus diesel sono cresciute di un robusto 38,8% e ora rappresentano una quota di mercato del 70,7%, in aumento rispetto al 62,8% dell’anno precedente.
   

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati